Milano, 5 feb. (askanews) – Signorvino, la catena di enoteche-ristoranti del Gruppo Oniverse della famiglia Veronesi, ha chiuso il 2023 con un giro d’affari complessivo di 83 milioni di euro (di cui 1,5 mln derivante dalla vendita online), con oltre due milioni di bottiglie vendute (+15% retail e +8% online). Lo ha reso noto la stessa azienda, spiegando di aver registrato l’anno scorso un +20% di vendite online, +25% di vendite in enoteca, e +44% “on-line-to-offline” (la possibilità di acquistare in negozio e farsi recapitare l’ordine a casa o viceversa). Complessivamente nei negozi sono state servite circa due milioni di persone, con uno scontrino medio che oscilla tra i 14 e i 19.9 euro, e con un prezzo medio di 16,86 euro (13,39 euro quello online).

Nel 2023 la “Grande Cantina Italiana” ha superato i 60 milioni di fatturato (contro i 55 del 2022), e per il 2024 ha annunciato di prevedere di aumentare il proprio giro di affari fino ad arrivare a 86 milioni. “Siamo preparati per un anno nuovo ricco di eventi e approfondimenti” ha dichiarato Federico Veronesi, proprietario di Signorvino assieme alla sua famiglia, sottolineando che “racconteremo numerose storie, ispirandoci alle preferenze dei nostri clienti e resteremo fedeli al nostro scopo: diffondere la conoscenza sulle eccellenze vinicole italiane, dando visibilità sia ai grandi nomi che alle piccole realtà innovative”.