Milano, 4 giu. (askanews) – La 19esima edizione del “Palio del Chiaretto Bardolino” ha chiuso con numeri oltre le aspettative: con 18mila kit degustazione venduti, un migliaio in più rispetto allo scorso anno, è stato infatti sfiorato l’anno d’oro del Palio, il 2019.

Il meteo incerto non ha dunque scoraggiato decine di migliaia i visitatori che hanno partecipato alle diverse attività della manifestazione sorseggiando tra gli stand dei produttori, seduti sulle panchine vista lago o ai tavoli della tensostruttura a Parco Carrara Bottagisio. Tantissimi anche gli stranieri, in particolare tedeschi, che anche per la festività del Corpus Domini continuano a prediligere il lago di Garda come destinazione. Soddisfatti gli organizzatori, le Cantine e i punti ristorazione che hanno offerto le tipicità gastronomiche del territorio che ben sposano l’abbinata con uno dei vini rosati più venduti al mondo.

Successo anche per le nuove escursioni collinari alla scoperta dell’entroterra di Bardolino e per le proposte musicali, sul palco e itineranti. Apprezzati il nuovo bicchiere e gli allestimenti floreali collegati dal “pink carpet”, e boom di visite del Palio e per le bacheche virtuali dell’evento, con metà delle interazioni arrivate da Germania, Austria, Paesi Bassi, Polonia e Regno Unito.

L’enologa e comunicatrice del vino Sissi Baratella, l’albergatrice bardolinese e sommelier Giulia Zoccatelli, la manager Tilia Ludovica Miranda, il fondatore del portale “gardasee.de” Hubert Kiebler e il presidente di Veronafiere Federico Bricolo sono stati nominati nuovi ambasciatori del Vino Chiaretto Bardolino. Ricevendo l’onorificenza, secondo il rito officiato dal Gran Maestro cerimoniere Fausto Zeni, hanno preso l’impegno di portare il nome di questo vino in giro per il mondo. La cerimonia si è svolta a Villa Carrara Bottagisio e ha visto la partecipazione del sindaco di Bardolino, Lauro Sabaini, inieme con altri primi cittadini o delegati in rappresentanza dei territori delle 31 Cantine che hanno soddisfatto i requisiti richiesti per ricevere la “Medaglia D’Oro” del 14esimo Concorso enologico. Il premio “Luana Brancher” è andato all’Azienda agricola Tre Colline.