Roma, 5 giu. (askanews) – La giornata di pulizia dei parchi nelle tre città di Milano, Firenze e Roma si è conclusa con il notevole risultato di 1,3 tonnellate di rifiuti raccolti da più di 800 colleghi delle Società del Gruppo BNP Paribas attive in Italia. L’attività di volontariato – informa una nota della Banca – ha interessato le aree verdi urbane, tra centro e periferie, nelle vicinanze delle sedi aziendali, in un’ottica di connessione tra i collaboratori del Gruppo e i quartieri in cui lavorano. In particolare, sono stati totalizzati circa 230 kg a Milano nei Giardini Indro Montanelli e nei Parchi La Spezia e Paolo Pini; oltre 50 kg a Firenze nei Giardini della Fortezza da Basso e sulla passeggiata lungo La Grave (Scandicci); oltre una tonnellata a Roma in zona Tiburtina, a Villa Ada e a Piazza Albania.

L’iniziativa, organizzata in partnership con Legambiente, è giunta alla seconda edizione, superando il risultato dello scorso anno, che aveva visto un totale di una tonnellata. Rappresenta un momento di volontariato aziendale e si inserisce all’interno di “1MillionHours2Help”, il programma del Gruppo BNP Paribas, attivo a livello globale dal 2020, per contribuire al raggiungimento degli obiettivi per lo sviluppo sostenibile individuati dall’ONU.

La sfida è donare in 2 anni 1 milione di ore di lavoro in volontariato aziendale, a conferma dell’impegno di BNP Paribas per generare un impatto positivo, oltre a quello già prodotto nello svolgimento dell’attività bancario-finanziaria, che contribuisca a migliorare e rendere più inclusivo l’ambiente in cui viviamo.

Guardando nel dettaglio le diverse tipologie dei rifiuti catalogati, una considerevole quantità è costituita dai mozziconi di sigarette, particolarmente dannosi per l’ambiente a causa delle sostanze altamente inquinanti che rilasciano; vi sono poi plastiche varie (buste, confezioni di diverso genere), stagnola, carte, stracci e tanto vetro. Non mancano purtroppo materassi, oggetti in ferro arrugginito e materiale edilizio.