Roma, 7 giu. (askanews) – Le esportazioni della Cina sono aumentate per il secondo mese consecutivo a maggio. Il valore totale dell’export è salito del 7,6% su base annua in termini di dollari, con un’accelerazione rispetto al +1,5% registrato ad aprile. Lo ha reso noto oggi l’Ufficio doganale cinese.

Le importazioni sono aumentate dell’1,8% su base annua a maggio dopo essere cresciute dell’8,4% il mese precedente.

Le esportazioni forti sono state guidate da prodotti tecnologici come i circuiti integrati, il cui valore è aumentato del 28,5% su base annua a maggio. Le esportazioni di auto sono rimaste forti a 10,5 miliardi di dollari, leggermente inferiori all’importo di aprile, mentre la quantità è aumentata di 13.000, indicando un calo dei prezzi medi.

Le esportazioni verso il Brasile e l’Associazione delle Nazioni del Sud-est Asiatico hanno nuovamente guidato la crescita, aumentando rispettivamente del 48,9% e del 22,5%. Le importazioni dal Brasile sono diminuite del 17,7% a maggio dopo essere aumentate del 20,7% ad aprile.

Le importazioni sono state frenate da un calo del 13,6% del valore dei prodotti agricoli acquistati nel paese. Tra gli altri principali partner commerciali, le importazioni dalla Corea del Sud e da Taiwan sono aumentate significativamente mentre quelle dagli Stati Uniti sono diminuite del 7,8%.

Il surplus commerciale della Cina è stato di 82,62 miliardi di dollari a maggio, rispetto ai 72,35 miliardi di dollari di aprile. Nei primi cinque mesi del 2024, le spedizioni cinesi all’estero sono aumentate del 2,7%, mentre il commercio in entrata è aumentato del 2,9%.