Sanremo, 6 feb. (askanews) – “Quello che sento è di non essermi mai staccato da Sanremo, come se avessi vissuto tutto l’anno qua.
Sono fortunato, non tutti hanno opportunità di salire sul palco come coconduttore. Grazie ad Ama perché ha lasciato a me la libertà di esprimermi. Entro in punta di piedi, facendo un altro mestiere, ma porto tutto me stesso”. Così Marco Mengoni in conferenza stampa a Sanremo, dove stasera aprirà il Festival come coconduttore sul palco dell’Ariston.

“Nel frattempo sto sudando, pressione emotività e ansia – sottolinea Mengoni – ma so fingere bene e stasera ne avrete la riprova. Ho studiato molto questi 74 anni di Sanremo. Grazie a tutti”.

“La musica è la priorità del Festival, per svecchiare una rete come Rai 1 bisogna rivolgersi ai giovani. Sono strafelice di iniziare il festival con Marco Mengoni, è cresciuto tantissimo, sta avendo un grandissimo successo ed è molto simpatico. Gli ho detto: “Andiamo a divertirci, quest’anno oltre a presentare consegnerà anche i fiori che ha ricevuto l’anno scorso” così Amadeus a poche ora dal debutto del Festival di Sanremo.