Ciclismo, la Milano-Sanremo 2024 al via da Pavia
12 Febbraio 2024
Arriva a Bologna “Dinosauri in città”, dal 24 febbraio all’1 aprile
12 Febbraio 2024

Stadi dell’Ariane 6 per volo inaugurale in viaggio verso Guyana francese

Roma, 12 feb. (askanews) – La nave Canopée ha lasciato il porto di Le Havre trasportando lo stadio principale e lo stadio superiore del lanciatore Ariane 6 per il volo inaugurale. L’arrivo al porto di Pariacabo a Kourou, poi al Centro spaziale della Guyana, è previsto per la fine di febbraio.

“La consegna degli stadi per questo primo Ariane 6 è un passo fondamentale sulla strada che porta al volo inaugurale e quindi all’operatività commerciale del nuovo lanciatore pesante europeo”, ha dichiarato Martin Sion, amministratore delegato di ArianeGroup, “vorrei ringraziare i team di ArianeGroup e i nostri partner industriali per gli sforzi compiuti negli ultimi mesi. La produzione dei prossimi modelli di volo prosegue in parallelo, nei nostri stabilimenti in Francia e in Germania, per sostenere un aumento di cadenza tanto ambizioso quanto essenziale, che ci consente di soddisfare le aspettative dei clienti istituzionali e commerciali di Arianespace”.

Lo stadio superiore criogenico, dotato del motore Vinci, è integrato presso il sito ArianeGroup di Brema, in Germania. Lo stadio principale criogenico, dotato del motore Vulcain 2.1, è integrato presso il sito ArianeGroup di Les Mureaux, vicino a Parigi. Dopo essere stati sottoposti a una serie di test funzionali al termine dei lavori di integrazione, i due stadi sono partiti per il porto di Brema il 5 febbraio e per Le Havre il 10 febbraio. A bordo di Canopée, raggiungeranno il porto di Pariacabo, a Kourou, alla fine di febbraio. I due stadi saranno poi scaricati e trasferiti al Launcher Assembly Building (BAL) sul Complesso di lancio 4 (ELA4). Qui saranno assemblati dai team di ArianeGroup per formare il corpo centrale del lanciatore. Il lanciatore sarà poi trasferito dal Launcher Assembly Building alla rampa di lancio. Una volta sulla rampa di lancio, il corpo centrale sarà sollevato in posizione verticale e posizionato sulla rampa di lancio. A questo si aggiungeranno i due booster, che saranno installati su entrambi i lati per formare l’Ariane 62. Anche questi due booster a razzo solido sono in fase di integrazione finale da parte dei team di ArianeGroup in un edificio dedicato presso il Centro Spaziale della Guyana. Il composito superiore, che comprende il fairing e i carichi utili, si unirà poi al lanciatore sulla rampa di lancio.

Ariane 6 è un programma gestito e finanziato dall’Agenzia Spaziale Europea (ESA). In qualità di capocommessa e autorità di progettazione del lanciatore, ArianeGroup è responsabile dello sviluppo e della produzione con i suoi partner industriali, nonché della commercializzazione attraverso la sua filiale Arianespace. Il CNES e i suoi partner contrattuali sono responsabili della costruzione della rampa di lancio a Kourou, nella Guyana francese. Inoltre, il CNES sta effettuando i test combinati in collaborazione con ArianeGroup e sotto la responsabilità dell’ESA.

continua a leggere sul sito di riferimento