La notte dei poeti a Palazzo Lanza
23 settembre 2011
La Lega cerca di assestare un duro colpo all’economia del Mezzogiorno assicurandosi l’Alenia
23 settembre 2011

Un satellite dirà quanto inquinano le città

Il satellite puo' servire a misurare lo smog delle megacitta' e dire quanto sono inquinate. Una nuova tecnica in tal senso e' stata messa a punto dagli Max-Planck-Institut fuer Chemie a Mainz, in Germania. La tecnica sfrutta i dati raccolti dal satellite per misurare gli ossidi di azoto presenti nell'aria delle aree metropolitane abitate da oltre 10 milioni di persone, spiega Steffen Beirle dell'istituto tedesco. Con questo nuovo metodo per misurare l'inquinamento si puo' monitorare in modo piu' efficace la qualita' dell'aria e stabilire forse se un pacchetto di misure anti-smog sta avendo effetto.

Il satellite puo’ servire a misurare lo smog delle megacitta’ e dire quanto sono inquinate. Una nuova tecnica in tal senso e’ stata messa a punto dagli Max-Planck-Institut fuer Chemie a Mainz, in Germania. La tecnica sfrutta i dati raccolti dal satellite per misurare gli ossidi di azoto presenti nell’aria delle aree metropolitane abitate da oltre 10 milioni di persone, spiega Steffen Beirle dell’istituto tedesco. Con questo nuovo metodo per misurare l’inquinamento si puo’ monitorare in modo piu’ efficace la qualita’ dell’aria e stabilire forse se un pacchetto di misure anti-smog sta avendo effetto. Gli scienziati hanno ideato un metodo per misurare contemporaneamente le emissioni di ossidi di azoto e la vita media di queste sostanze, attraverso rilevazioni da satellite, analizzando il comportamento di queste sostanze in differenti condizioni di vento. ”Le grosse metropoli sono un’immensa fonte di inquinamento con un grosso impatto sulla qualita’ dell’aria e sul clima – scrivono gli autori del lavoro sulla rivista Science -. Tuttavia l’inventario delle emissioni in molte di queste mega citta’ sono molto incerti, soprattutto nei Paesi in via di sviluppo. Le rilevazioni da satellite permettono stime dall’alto al basso delle emissioni di ossidi di azoto”. Queste ultime sono sostanze tipicamente emesse nei gas di scarico delle auto ed hanno un problema aggiuntivo, possono percorrere lunghe distanze causando problemi ambientali e di salute come lo smog e il buco nell’ozono in luoghi anche lontani dalla fonte da cui sono stati emessi. Gli scienziati stanno ancora cercando un metodo per misurare efficacemente queste emissioni nelle grandi citta’.

Adriano Esposito

Comments are closed.