Sanità, la Cisl Campania chiede un confronto sui piani attuativi
5 marzo 2011
Bologna: sequestrati 70 kg di cocaina
5 marzo 2011

Tangenziale di Napoli, stop alle merci pericolose

Il Prefetto Andrea De Martino, a tutela della sicurezza pubblica e della circolazione sulla tangenziale di Napoli, arteria ad alto flusso di scorrimento, proroga il disposto decreto prefettizio inerente il divieto di transito in determinate fasce orarie ai veicoli che trasportano materiali pericolosi, fino al 31/12/2011.
Il provvedimento limita la circolazione dalle ore 07,00 alle ore 12,00 e dalle ore 16,00 alle 21,00 di tutti i giorni feriali e festivi, sulla Tangenziale di Napoli, dal Km 20+200, per entrambe le direzioni di marcia, ai veicoli che trasportano materiali pericolosi, di cui all’art. 168 del D.Lgvo 285/1992, ad esclusione delle sostanze contraddistinte dai numeri di Kemler 20-30-4-50-60-70-606-80-90-99, anche se vuoti, salvo che venga esibita idonea certificazione di bonifica del veicolo.

Il Prefetto Andrea De Martino, a tutela della sicurezza pubblica e della circolazione sulla tangenziale di Napoli, arteria ad alto flusso di scorrimento, proroga il disposto decreto prefettizio inerente il divieto di transito in determinate fasce orarie ai veicoli che trasportano materiali pericolosi, fino al 31/12/2011.
Il provvedimento limita la circolazione dalle ore 07,00 alle ore 12,00 e dalle ore 16,00 alle 21,00 di tutti i giorni feriali e festivi, sulla Tangenziale di Napoli, dal Km 20+200, per entrambe le direzioni di marcia, ai veicoli che trasportano materiali pericolosi, di cui all’art. 168 del D.Lgvo 285/1992, ad esclusione delle sostanze contraddistinte dai numeri di Kemler 20-30-4-50-60-70-606-80-90-99, anche se vuoti, salvo che venga esibita idonea certificazione di bonifica del veicolo.

Allo scopo il Prefetto De Martino,  ha disposto attraverso gli organi di polizia, rigorosi controlli per garantire l’osservanza dei divieti in questione, mentre la Società Tangenziale di Napoli avrà cura di apporre apposita segnaletica ai varchi di accesso, al fine della corretta esecuzione del provvedimento.
I trasgressori, per il mancato rispetto della limitazione della circolazione così come disposta, saranno assoggettati alle sanzioni previste all’art.6 del D.Lgvo 30/04/1992 n° 285 (sanzione amministrativa da euro 143 a euro 573; da euro 357 a euro 1.433 se la violazione è commessa dal conducente di un veicolo adibito al trasporto di cose, per questa violazione è prevista la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida per un periodo da uno a quattro mesi, nonché la sospensione della carta di circolazione del veicolo per lo stesso periodo).   
Il testo del decreto è consultabile sul sito web della Prefettura di Napoli: www.utgnapoli.it.