Cassazione: “Si all’adozione per i single”
15 febbraio 2011
Egitto: Referendum costituzionale tra 2 mesi
16 febbraio 2011

Si del Senato a milleproroghe: ecco le novità

Giulio Tremonti

Il Governo ha ottenuto la fiducia con 158, 136 no e 4 astenuti. A favore dell’esecutivo hanno votato Pdl e Lega, contro Pd, Idv, Fli, Udc e Mpa. Il maxiemendamento al decreto mille proroghe, ora, presenta delle novità che interessano banche, comuni, precari, allevatori e famiglie disagiate.

 In primo luogo, si bloccano possibili modifiche allo statuto del gruppo Parmalat che impedisce di distribuire in dividendi oltre il 50% dell’utile fino al 2020.

Poi, in  vista dei vincoli più stringenti imposti da Basilea 3, si consente alle banche di trasformare le imposte anticipate iscritte  nei bilanci in crediti d’imposta qualora nel bilancio venga rilevata una perdita di esercizio. Sarà rinviato al 2014, inoltre, l’obbligo di alienazione delle partecipazioni superiori allo 0,5% del capitale nelle banche popolari.

Arriva un aiuto per chi vuole acquistare una casa e si trova in difficoltà. Si tratta del diritto di surroga anche sulle garanzie, senza necessità e formalità aggiuntive, del mutuo oggetto di sospensione cartolarizzato dalla banca.

Novità anche per le regioni colpite da calamità, come terremoti e rifiuti. Le tasse potrebbero aumentare o le addizionali di propria competenza, compresa l’accise sulla benzina “fino ad un massimo di cinque centesimi per litro”. In Campania, per fronteggiare l’emergenza rifiuti, potrà essere incrementata l’addizionale all’accise dell’energia elettrica.

Poste italiane potrà acquistare partecipazioni, anche di controllo, nel capitale di banche, ai fini dell’attuazione della Banca del sud. Previsto lo scorporo di Bancoposta.

Nel corso del 2011 non verrà applicata la norma del collegato sul lavoro che restringe a 60 giorni il termine per l’impugnazione dei licenziamenti.

Sono congelate le graduatorie provinciali dei precari della scuola fino al 31 agosto 2012. Ma, allo stesso tempo, si afferma che “sono fatti salvi gli adempimenti” che seguiranno alla bocciatura della consulta proprio delle graduatorie provinciali.

Ci sarà l’aggiunta di un euro al costo dei biglietti del cinema, dal 1 luglio 2011 al 31 dicembre 2013, tranne per le sale delle comunità ecclesiali o religiose.

Prorogate le rate delle multe sulle quote del latte che gli allevatori avrebbero dovuto cominciare a pagare il 31 dicembre 2010. Le risorse ammontano a 5 milioni di euro.

Dal primo luglio i fondi comuni di investimento saranno tassati sul realizzato e non più sul maturato.

In arrivo la proroga al 31 dicembre 2011 del blocco degli sfratti per le categorie disagiate.

Verranno sospese le demolizioni delle case abusive in Campania derivanti da sentenze passate in giudicato fino al 31 dicembre 2011.

È sospesa la riscossione delle rate non versate in scadenza tra il primo gennaio 2011 e il 31 ottobre 2011. La ripresa della riscossione delle rate non versate sarà disciplinata da un decreto del presidente del Consiglio dei ministri. Nella norma c’è anche lo slittamento dei termini degli adempimenti tributari dal gennaio 2011 al dicembre 2011. Viene inoltre istituita la ‘Giornata della memoria per le vittime del terremoto’ che ha colpito l’Abruzzo e si precisa che “tale giornata non costituisce festività ai fini lavorativi”.

Sono pronti 30 milioni di euro per il fondo di sostegno dell’editoria e 15 milioni per radio e tv locali. Inoltre, è prorogato fino al 31 dicembre 2012 il divieto di incroci tra settore della stampa e settore della televisione. Si cambiano inoltre le norme attualmente in vigore che stabiliscono che chi ha più di una rete televisiva non può comprare un quotidiano e si sostituiscono con un meccanismo che calcola i ricavi del sistema integrato delle comunicazioni o i ricavi del settore delle comunicazioni elettroniche. Per il Pd si apre la strada all’acquisto del Corriere della sera da parte di Mediaset.

La Liguria, il Veneto, la Campania e i comuni della provincia di Messina dovranno dividere 100 milioni di euro, ricevuti per i danni provocati dai diluvi.

In attesa dell’attuazione del federalismo municipale, arriva ai comuni un acconto Irpef sugli importi comunali incassati.

Il governo affida la social card agli enti caritativi presso i quali si avvierà una sperimentazione di 12 mesi.

Nasce il fondo unico per usura, mafia ed estorsione.

E, infine, è in arrivo un contributo di 200 mila euro per gli ospedali italiani nel mondo.