Sal Da Vinci presenta il concerto all’Arena Flegrea
25 Luglio 2012
ACS invia nuovi aiuti a Damasco
27 Luglio 2012

Scippata la moglie di Cavani, Napoli non perde mai tempo per le brutte figure Internazionali

Maria Soledad, moglie di Edinson Cavani, non sarà assolutamente contenta di questa città, della nostra città, la nostra Napoli, sporcata da chi non la ama.
Soledad si trovava nel quartiere di Fuorigrotta, precisamente via Cinthia, erano poco più tardi delle 20:00, quando non lontano dallo stadio San Paolo, (stadio dove la famiglia Cavani ogni domenica regala tante gioie ai Napoletani), vede avvicinarsi verso la propria auto due giovani, che a bordo di uno scooter , le strappano il prezioso orologio «Piaget» dal valore di 18mila euro.

Maria Soledad, moglie di Edinson Cavani, non sarà assolutamente contenta di questa città, della nostra città, la nostra Napoli, sporcata da chi non la ama.
Soledad si trovava nel quartiere di Fuorigrotta, precisamente via Cinthia, erano poco più tardi delle 20:00, quando non lontano dallo stadio San Paolo, (stadio dove la famiglia Cavani ogni domenica regala tante gioie ai Napoletani), vede avvicinarsi verso la propria auto due giovani, che a bordo di uno scooter , le strappano il prezioso orologio «Piaget» dal valore di 18mila euro.

Si dice che la prima telefonata dopo l’accaduto è stata fatta a Edi, spiegando la situazione, magari rassicurandolo sullo stato di salute, frasi di circostanza per alleviare una ferita più morale che materiale, amplificata dalla lontananza del marito.
L’arrivo della Polizia, le risposte alle domande di rito, qualche dettaglio per cercare di risalire ai colpevoli, la telefonata agli agenti di Cavani presenti in Italia, allertati dal Matador per star vicino alla sua Soledad.
Bisogna dire che la donna ha già vissuto momenti simili, visto che in passato un furto nella villa di Lucrino fece si che il Matador si trasferisse nel centro della città, lontana da una zona isolata ma poco sicura e barricarsi in un parco super sorvegliato.
Ma nessuna giustificazione ci sarà mai per gesti simili, nessuno potrà dire che l’orologio dal grosso valore non andava indossato, Napoli non deve essere questa, accade ovunque, ma se tutto questo continuerà resteremo la pecora nera dell’Italia.

Giuseppe Montagna

Comments are closed.