Esplode la febbre Twilight, arriva Breaking Dawn
12 novembre 2011
Gioielli napoletani
14 novembre 2011

Progetto italiano per scuole ecosostenibili a Gaza

Una partnership con l'Unrwa, l' agenzia Onu per i rifugiati palestinesi, volta a costruire scuole autonome a livello energetico in Palestina. A stringerla l'architetto italiano Mario Cucinella, che ha messo a punto un progetto per dotare Gaza di scuole in grado di alimentarsi sfruttando il sole, la pioggia e il terreno. Le scuole, che vedranno la luce a partire dall'anno prossimo, sfrutteranno le risorse presenti sul territorio. Gli edifici, spiega Cucinella, si adatteranno alle condizioni climatiche. ''Raccoglieranno l'acqua piovana, si proteggeranno dal sole e si raffredderanno mediante un sistema geotermico''.

Una partnership con l’Unrwa, l’ agenzia Onu per i rifugiati palestinesi, volta a costruire scuole autonome a livello energetico in Palestina. A stringerla l’architetto italiano Mario Cucinella, che ha messo a punto un progetto per dotare Gaza di scuole in grado di alimentarsi sfruttando il sole, la pioggia e il terreno. Le scuole, che vedranno la luce a partire dall’anno prossimo, sfrutteranno le risorse presenti sul territorio. Gli edifici, spiega Cucinella, si adatteranno alle condizioni climatiche. ”Raccoglieranno l’acqua piovana, si proteggeranno dal sole e si raffredderanno mediante un sistema geotermico”. Il progetto non prevede l’allacciamento alla rete elettrica. ”Useremo solo qualche pannello fotovoltaico, per garantire il funzionamento di apparecchi elettronici come le fotocopiatrici e dell’ illuminazione, quando si rende necessaria”. Il progetto ”School prototype for a green future” si inserisce in un piano piu’ ampio di costruzione di cento nuove scuole in Palestina, con l’obiettivo di creare edifici il piu’ autonomi possibile in una terra che, sottolinea l’architetto, non ha risorse primarie e non produce energia. ”L’idea che una scuola in Palestina possa essere autonoma a livello energetico apre anche a scenari forti dal punto di vista politico”, osserva. ”Il non dover dipendere da nessuno, in quel contesto, ha un grande valore”.

Adriano Esposito

Comments are closed.