Lombardia: lista Albertini, nostra campagna elettorale e’ low cost
24 gennaio 2013
Elezioni: Berlusconi, con impresentabili avremmo perso 2 mln di voti
25 gennaio 2013

Parma-Napoli: azzurri nel fortino gialloblu

Il Napoli pienamente coinvolto nella lotta per lo scudetto cercherà di vincere anche in terra emiliana. Quella di Parma è l’occasione per portarsi a meno 2 dalla Juventus. Il Parma con 31 punti in campionato, insieme con il Catania e la Fiorentina può considerarsi la sorpresa del campionato. Al momento il Tardini è uno degli stadi più difficili d’Italia, il rendimento casalingo del Parma è davvero importante. I gialloblu sono riusciti a mettere in difficoltà anche la capolista Juventus. L’ultima sconfitta in casa per gli emiliani risale al 17 Marzo 2012 nel match terminato per 2 a 0 in favore del Milan. Oggi Donadoni dovrà però fare a meno di Galloppa, il cui campionato è finito per un brutto infortunio al crociato.

Il Napoli pienamente coinvolto nella lotta per lo scudetto cercherà di vincere anche in terra emiliana. Quella di Parma è l’occasione per portarsi a meno 2 dalla Juventus. Il Parma con 31 punti in campionato, insieme con il Catania e la Fiorentina può considerarsi la sorpresa del campionato. Al momento il Tardini è uno degli stadi più difficili d’Italia, il rendimento casalingo del Parma è davvero importante. I gialloblu sono riusciti a mettere in difficoltà anche la capolista Juventus. L’ultima sconfitta in casa per gli emiliani risale al 17 Marzo 2012 nel match terminato per 2 a 0 in favore del Milan. Oggi Donadoni dovrà però fare a meno di Galloppa, il cui campionato è finito per un brutto infortunio al crociato. Il giocatore è stato tra l’altro a lungo seguito dal Napoli che ha dimostrato interesse anche nei confronti del francese Jonathan Biabiany. A disposizione di mister Mazzarri invece, mancheranno Behrami assente per squalifica e Maggio infortunato. L’esterno della nazionale potrebbe tornare a disposizione nella prossima settimana. La squadra partenopea tuttavia potrebbe giocarsi le sue chance di vittoria sugli esterni che ultimamente sono in gran forma, così come il centrocampo con Inler e Dzemaili e l’arma letale Edinson Cavani autore fino ad ora di 17 gol in stagione. Bisognerà però prestare tanta attenzione alla fase difensiva cercando di limitare il Parma che partirà subito all’attacco dal primo minuto. Sono attesi tantissimi tifosi azzurri al Tardini, circa cinquemila, con il Club Napoli Parma in prima fila. Mazzarri contro Donadoni ha dalla sua i numeri che vedono 4 vittorie per il tecnico azzurro e 3 vittorie per il tecnico bergamasco, più due pareggi. Nella gara di andata il Napoli ha vinto per 3 a 1 con i gol di Cavani, Pandev e Lorenzo Insigne.  Il Napoli come spesso accade in questo campionato ha ben 7 giocatori a rischio diffida: De Sanctis, Gamberini, Britos, Campagnaro, Dzemaili, Pandev e Calaiò. E quindi dovrà prestare molta attenzione e limitare gli interventi fallosi.
Il Parma, domenica pomeriggio dovrebbe schierare il solito 3-5-2 con Mirante; Benalouane, Paletta, Lucarelli; Biabiany Marchionni, Valdes, Parolo, Gobbi; Sansone, Belfodil. Mazzarri risponderà con De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Britos; Mesto, Dzemaili, Inler, Zuniga; Hamsik; Pandev, Cavani. Arbitro del match sarà il signor Gianluca Rocchi di Firenze.

Fabio Ferraro

Comments are closed.