Chi è Dries Mertens?
30 giugno 2013
Dissequestrati i conti delle società Julie e Telelibera
3 luglio 2013

Non abbandonateli, anche loro hanno un cuore

Tante sono le persone in procinto di partenza per le vacanze estive. E come ogni anno si va in contro al terribile fenomeno dell’abbandono degli animali domestici.
Una ferita sempre sanguinante per tutti coloro che cercano di rimediare al danno che è stesso un uomo a provocare. Ci sono delle persone come i volontari del Rifugio di Charly che si attivano facendo giri di perlustrazione su parte del territorio campano con la speranza di arrivare in tempo ed evitare che si possa manifestare il peggio.
Il peggio significa non solo sbarazzarsi velocemente di un “qualche cosa” che non serve più, senza considerare che quella “cosa” vive, ha un cuore e dei sentimenti proprio come un uomo, ma significa anche ignorare che quel gesto potrebbe recare danno attraverso incidenti stradali causando la morte non solo degli animali, ma anche di persone.
Abbandonare un animale in qualsiasi modo e in qualsiasi luogo è un gesto ignobile, se si decide di non voler tenere più un cane, un gatto, esistono tanti modi per farlo e ci si può rivolgere a persone oppure strutture che vi aiuteranno, come canili comunali, rifugi, volontari, veterinari, ecc..
Per esempio, il RIFUGIO DI CHARLY è una struttura che riesce ad ospitare animali recuperati dal territorio in condizioni spesso pietose, tenendoli in stallo momentaneo per poi darli in affido. La struttura è mantenuta da volontari che chiedono aiuto volendo sensibilizzare le persone ad interessarsi e collaborare, facendo capire il lavoro, la fatica, l’impegno, soprattutto morale, che c’è dietro chi si prodiga nell’aiutare il prossimo.
In questo caso si tratta di animali, che rispetto a noi “umani”, sono più indifesi, e appunto per questo subiscono ulteriore violenza, abusi, maltrattamenti, atti che spesso rimangono nel silenzio. Ed è qui che necessita l’aiuto di tutti noi.
Noi  possiamo dar voce a tutte queste ingiustizie restituendogli rispetto per le loro vite, e cercare di rimediare al torto fatto da chi purtroppo fà parte della nostra stessa categoria di essere vivente.
Sono svariate le missioni dei volontari rivolte ai nostri amici a quattro zampe. In questo periodo di maggiori emergenze per “causa abbandono” si stanno impegnando particolarmente nel dare informazione adoperando tanti mezzi di comunicazione per farlo. Infatti, in un ultima manifestazione di beneficenza dedicata al Rifugio di Charly per raccogliere fondi, organizzata dalla MAF events&communication, dov’ è intervenuta anche Radio Marte, c’è stato un momento dello spettacolo dove si è fatta ascoltare al pubblico una lettera.
Il pensiero di un cane rivolto ad un uomo, recitato dalla voce di uno speaker.  Che diceva così…
“Bau Bau …Eh già, sono proprio io a parlare, un cane, non importa di quanti mesi sia o quanti anni abbia, non importa che sia di razza o meticcio. Ogni qualvolta si inizia un percorso tra animale e uomo, deve esserci lo stesso entusiasmo, lo stesso desiderio, lo stesso amore, la stessa gioia di condividere nuovi giorni della propria vita insieme a noi.
Si, è vero magari ci possono essere delle differenze, un cane di razza rispetto ad un meticcio, può avere delle caratteristiche ben precise che possono rendere un cane particolarmente bello, ma è anche vero che un meticcio proprio perché non ha caratteristiche ben definite, può essere particolarmente bello…
Un cane quando lo si adotta, che sia cucciolo o già adulto, può renderti le giornate  impegnative, ha bisogno delle tue attenzioni, vuol giocare e può smangiucchiare tutto quel che trova sotto il muso, fare i bisogni un po’ dove capita e avere sempre fame… Ma noi cani vogliamo essere educati, non certo fare tutto quel che ci passa per la testa, ma vogliamo anche essere trattati bene quando sbagliamo, non serve darci un colpo sul sederino o impugnare un bastone per intimorirci, basta avere un po’ di pazienza, proprio come si educano i bimbi e noi comprenderemo le giuste abitudini.
E’ importante sapere che a noi piace tanto stare in vostra compagnia, in casa, stesi sul tappeto mentre tu magari sei impegnato a leggere un libro. Ci piace ricevere tante coccole, ci piace uscire, accompagnarvi in giro per la città, fare footing al parco, andare a nuotare e addirittura prendere la tintarella, con moderazione però eh! Possiamo vivere insieme a voi ovunque, al mare, in montagna, possiamo viaggiare e poterlo fare con qualunque mezzo. Noi diventiamo a tutti gli effetti componenti di un nucleo familiare.
Sapete? A volte solo un uomo e un cane possono formare  una famiglia.
Insomma, si deve capire che UN CANE E’ PER SEMPRE!
E’ una vita che si unisce alla vostra, adottare un ” peloso” è un esperienza splendida, ma è una decisione che va valutata con criterio, determinazione e convinzione.
Vi starete chiedendo, ma per quale motivo, un uomo dovrebbe prendersi cura di un cane se comporta tutte queste responsabilità?…
Perché? … Sono inspiegabili le emozioni che si provano nel vivere quotidianamente insieme ad un cane, se si riesce a comprenderci e ad amarci nel modo giusto, si crea una fortissima complicità. Una nostra manifestazione di affetto, una scodinzolata, riesce a farvi tornare il sorriso, la nostra fedeltà è un legame che ripaga ogni cattiveria fatta da un vostro simile, siamo riconoscenti, intelligenti, affettuosi…siamo capaci di dare tanto amore incondizionatamente.
Solo chi, vive con un cane può capire.
Insieme a noi ti si può solo arricchire la vita.
Scodinzoliamo insieme e non te ne pentirai.

Floriana Stile

Comments are closed.