Al via il Censimento. Per la prima volta ci sono anche le coppie di fatto
4 ottobre 2011
I commercialisti napoletani: “Collaborazione tra professioni e magistratura per processi più rapidi”
5 ottobre 2011

Lucci (Cisl): bene cabina di regia su crisi

La Cisl Campania registra finalmente un’inversione di tendenza che si realizza attraverso una cabina di regia (coordinata dall’Assessore Severino Nappi) che si occuperà della gestione delle crisi e dei processi di sviluppo in Campania, con l’obiettivo di evitare che iniziative intraprese abbiano poi ad arenarsi per impasse interni alla Regione, come avvenuto finora.

La Cisl Campania registra finalmente un’inversione di tendenza che si realizza attraverso una cabina di regia (coordinata dall’Assessore Severino Nappi) che si occuperà della gestione delle crisi e dei processi di sviluppo in Campania, con l’obiettivo di evitare che iniziative intraprese abbiano poi ad arenarsi per impasse interni alla Regione, come avvenuto finora.

Contestualmente la Cisl valuta positivamente i passi avanti che si registrano sia relativamente a Tess, sia per quanto concerne Metalfer.

Non solo vi è lo sblocco dei pagamenti degli arretrati, infatti, ma si pongono le premesse per porre fine a quel rimbalzo delle responsabilità tra l’impresa e la Tess medesima, che ha comportato finora danni a un’area dalle elevate potenzialità.

«Registriamo con favore alcuni riscontri positivi rispetto a nostre precise richieste – ha dichiarato Lina Lucci, Segretario Generale Cisl Campania – La cabina di regia sulle crisi può rappresentare lo strumento migliore per affrontare le situazioni problematiche in cui versano tante realtà in Campania e uscire dall’immobilismo che si è protratto fin troppo a lungo. Su Tess e Metalfer, inoltre, c’è uno sblocco dei fondi da tempo atteso e preteso e si apre alla possibilità di una fase nuova che elimini per chiunque eventuali alibi e permetta di guardare alle prospettive future con misurata fiducia. Tutto questo nell’ottica da sempre ispiratrice della nostra azione sindacale, che punta a sviluppare politiche attive per il lavoro, in luogo di strumenti meramente passivi e senza futuro».

Comments are closed.