Confcommercio Napoli a supporto di Komen Race
8 ottobre 2011
Referendum, la Lear di Caivano dice no a Marchionne e alle ambiguità sindacali
8 ottobre 2011

La meraviglia delle piccole cose, di Dawn French

Una famiglia che è tutto fuorché perfetta: la madre Mo, che è anche psicologa dell'Infanzia in piena crisi di mezza età, alle prese con i turbamenti psicofisici di una figlia adolescente e l'esuberanza di un secondogenito ossessionato da Oscar Wilde. Dora, 17 anni, dice: "Mia madre si conferma come la più maledettamente ripugnante delle mamme, è una ributtante, idiota rompiscatole di primissimo ordine. E' la verità. E in questo momento, dichiaro ufficialmente i miei dubbi sul fatto che lei sia davvero mia madre.

Una famiglia che è tutto fuorché perfetta: la madre Mo, che è anche psicologa dell’Infanzia in piena crisi di mezza età, alle prese con i turbamenti psicofisici di una figlia adolescente e l’esuberanza di un secondogenito ossessionato da Oscar Wilde. Dora, 17 anni, dice: “Mia madre si conferma come la più maledettamente ripugnante delle mamme, è una ributtante, idiota rompiscatole di primissimo ordine. E’ la verità. E in questo momento, dichiaro ufficialmente i miei dubbi sul fatto che lei sia davvero mia madre. Non può essere. Non posso essere venuta fuori da quella sgobbona. Non c’é nulla in ogni singolo atomo del mio corpo che assomigli minimamente a una qualsiasi parte di lei”. E Mo, 49 anni, sottolinea: “Sto decisamente migliorando nel non lasciarmi sconvolgere dal suo linguaggio scurrile. A nessuno piace sentirsi chiamare ‘donnaccia’, o ‘terribile sgualdrina’ siamo onesti, ma ho subito di peggio per via della sua lingua tagliente; quindi, ironia della sorte, sono grata per queste sferzate che in confronto sono poca cosa”. La Meraviglia delle Piccole Cose è un romanzo, divertente, comico e a tratti anche commovente. La storia di una famiglia che potrebbe essere la nostra o quella del nostro vicino, ma vista attraverso l’ironia pungente dell’autrice Dawn French, attrice comica di rilievo che sa quali corde toccare per suscitare la risata o la riflessione. Non sopporti le famiglie perfette? Allora adorerai i Battles! C’é una madre sull’orlo di una crisi di nervi, una figlia adolescente e stonata che sogna di fare la cantante, un dandy in miniatura Oscar (di 16 anni), e poi c’é il padre, forse il più normale di tutti, ma quasi senza voce in capitolo… Una famiglia come tante altre, in cerca di una strada da percorrere insieme. Ma la domanda è: sono in grado di ritrovarsi e raggiungere un equilibrio. Perché le famiglie perfette, come si ripete la madre almeno una volta al giorno non esistono, ma è difficile convivere con il fallimento, è difficile arrendersi di fronte al fatto che la vita ti sfugge tra le dita, lasciando in cambio solo rughe e incomprensione. Ma ciò che Mo scopre è che oltre il bianco e il nero c’é qualcosa di più del grigio. E’ la meraviglia che si cela dietro i dettagli minimi, quelli insignificanti che a cercarli meglio aiutano a ritrovarsi. Un romanzo ironico e allo stesso tempo profondo che esplora le fasi più complesse della vita. Dawn French è nata nel Galles nel 1957. Ha studiato recitazione a Londra ha lavorato a oltre venti film. E’ apparsa in molte serie televisive e sketch comici. La sua autobiografia, Dear Fatty, ha venduto un milione di copie, e con La meraviglia delle piccole cose ha conquistato il primo posto delle classifiche inglesi, per un totale di 500.000 copie vendute in soli sette mesi.

Maria Colorito

Comments are closed.