Caso-Mose, il commento delle istituzioni
6 Giugno 2014
I Concerti di Giugno 2014 all’Arenile di Napoli
10 Giugno 2014

Incompresa

Ancora una volta Cannes per presentare il suo nuovo film. Asia Argento torna sulla Croisette dopo "Ingannevole è il cuore più di ogni cosa" (Quinzaine des Rèalisateurs 57° Festival di Cannes), con un film vestito punk, molto intimo.

Ancora una volta Cannes per presentare il suo nuovo film. Asia Argento torna sulla Croisette dopo “Ingannevole è il cuore più di ogni cosa” (Quinzaine des Rèalisateurs 57° Festival di Cannes), con un film vestito punk, molto intimo.
Il film racconta di Aria (Giulia Salerno), la piccola e brava bambina di 9 anni che cresce nella Roma degli anni ’80, che si ritrova suo malgrado a vivere una violenta separazione dei suoi genitori, lo strappo dalle sue sorellastre in una famiglia allargata. I suoi genitori, assenti e compulsivi, non la amano quanto le vorrebbe. Aria, strattonata nel conflitto tra suo padre e sua madre, respinta e allontanata, attraversa la città con una sacca a strisce e un gatto nero, sfiorando l’abisso e la tragedia e cercando solo di salvaguardare la sua innocenza. Grottesca ed eccessiva la nuvola di borghesia decadente che Aria cerca di combattere. Ne rimarrà vittima, come lo spettatore del film.

Margherita Diurno

Comments are closed.