Le risposte di Napoli alla messa in mora dell’Ue
5 ottobre 2011
Rinaldi: “Grave lo stop di Wikipedia”
6 ottobre 2011

Incidenti stradali, Rinaldi: “Drammatici dati Asaps”

"Da tempo è in campo una strategia europea per i trasporti, in cui l'Ue mira ad azzerare il numero delle vittime degli incidenti stradali entro il 2050. L'Italia, anche in questo, é molto lontana dalla media UE quanto all'applicazione di questa strategia e ciò si ripercuote sul numero di vittime su strada, in particolare nelle città. Centri urbani che, troppo spesso, diventano una drammatica trappola mortale, specie per i più piccoli". 
Lo dice in una nota il capodelegazione Idv al Parlamento europeo Niccolò Rinaldi, commentando i dati censiti dall'Osservatorio dell'Associazione sostenitori Polstrada (Asaps).

“Da tempo è in campo una strategia europea per i trasporti, in cui l’Ue mira ad azzerare il numero delle vittime degli incidenti stradali entro il 2050. L’Italia, anche in questo, é molto lontana dalla media UE quanto all’applicazione di questa strategia e ciò si ripercuote sul numero di vittime su strada, in particolare nelle città. Centri urbani che, troppo spesso, diventano una drammatica trappola mortale, specie per i più piccoli”. 
Lo dice in una nota il capodelegazione Idv al Parlamento europeo Niccolò Rinaldi, commentando i dati censiti dall’Osservatorio dell’Associazione sostenitori Polstrada (Asaps).
“Dobbiamo subito migliorare la qualità del sistema di rilascio delle patenti, applicare al meglio le disposizioni sulla circolazione stradale, creare infrastrutture più sicure – spiega Rinaldi -, ma soprattutto dare alternative all’uso dell’automobile migliorando i servizi dei trasporti pubblici e incrementando l’intermodalità. I dati dell’Asaps certificano un dramma su cui è doveroso intervenire, immediatamente”.

Comments are closed.