Commissione Protezione Alpi: “Serve una svolta energetica”
7 Settembre 2012
Riqualificazione aree industriali in Calabria
13 Settembre 2012

Il “Nazionale” Lorenzo Insigne

Non ha giocato contro la Bulgaria e probabilmente non giocherà la prossima (anche se Giovinco non lo ritengo da Nazionale ne da grande squadra, lui va forte in un Parma, quando tutti giocano per lui, ma il solo fatto di essere stato preso in considerazione da Prandelli e respirare l’aria di quel gruppo, è per questo figlio di Napoli, motivo di grande soddisfazione.

Non ha giocato contro la Bulgaria e probabilmente non giocherà la prossima (anche se Giovinco non lo ritengo da Nazionale ne da grande squadra, lui va forte in un Parma, quando tutti giocano per lui, ma il solo fatto di essere stato preso in considerazione da Prandelli e respirare l’aria di quel gruppo, è per questo figlio di Napoli, motivo di grande soddisfazione.
In tempi non sospetti commentai, auspicando che il Napoli si avvedesse delle sue potenzialità, fortunatamente la cosa si è avverata ed oggi il ragazzo, se ben gestito, può essere il valore aggiunto di una squadra che ha effettuato una campagna acquisti mirata, rinforzando la rosa con gregari di qualità e quantità, indispensabili per l’equilibrio di una formazione che può e deve puntare a traguardi prestigiosi.
Un plauso è doveroso farlo alla Società, che ha saputo mantenere la sua linea nonostante i mugugni di tanti commentatori napoletani. Basta con giocatori ormai spremuti che speculando su un passato glorioso venivano a svecchiare a Napoli, largo ai giovani che con l’avvento della panchina lunga (ancora una battaglia vinta da De Laurentis) avranno la possibilità di mettersi in mostra e dimostrare il loro valore. Noi di giovani ne abbiamo, se insieme ad Insigne dovessero esplodere i vari Vargas, Uvini, Fernandez e perchè no, anche Insigne jr, immaginate quale potenza calcistica diventerebbe il nostro Napoli ? Ritengo ciò possibile, anche o soprattutto per l’apporto meraviglioso ed inimitabile del pubblico napoletano che con la carica che riesce a trasmettere è riuscito a far rendere al massimo anche giocatori apparentemente modesti.

Giuseppe Montagna

Comments are closed.