Terra dei fuochi, in arrivo la mappa dei siti inquinati
23 Ottobre 2013
Osteoporosi: screening gratuiti
24 Ottobre 2013

Il Napoli si rialza subito

Gli azzurri dimostrano ancora una volta che quest’anno la musica è cambiata. Non ci si arrende più tanto facilmente. Accantonata la sfortunata serata romana, i ragazzi di Benitez hanno risposto sul campo con determinazione e bel gioco. A Marsiglia in un clima rovente, il Napoli ha giocato da grande e ha portato meritatamente a casa i tre punti. Higuain dopo tanti dubbi è stato schierato dall’inizio ed è riuscito, in parte, a superare il suo momento di crisi, servendo un assist al bacio sui piedi di Callejon che da vero fuoriclasse ha siglato il gol del vantaggio. Tra i migliori del match sicuramente Mertens, veloce intelligente e sempre pronto a sacrificarsi per i compagni di squadra.

Gli azzurri dimostrano ancora una volta che quest’anno la musica è cambiata. Non ci si arrende più tanto facilmente. Accantonata la sfortunata serata romana, i ragazzi di Benitez hanno risposto sul campo con determinazione e bel gioco. A Marsiglia in un clima rovente, il Napoli ha giocato da grande e ha portato meritatamente a casa i tre punti. Higuain dopo tanti dubbi è stato schierato dall’inizio ed è riuscito, in parte, a superare il suo momento di crisi, servendo un assist al bacio sui piedi di Callejon che da vero fuoriclasse ha siglato il gol del vantaggio. Tra i migliori del match sicuramente Mertens, veloce intelligente e sempre pronto a sacrificarsi per i compagni di squadra. Bene anche Fernandez che finalmente ha dimostrato le sue doti. Riflettori nel secondo tempo tutti su Duvan Zapata che come nelle migliori favole è andato in gol per la prima volta in maglia azzurra in un match importantissimo, in Champions League. Il gigante colombiano ha realizzato un gol fantastico a giro da fuori area su assist di tacco del folletto Mertens. Benitez può essere soddisfatto, il Napoli ora per superare il turno deve realizzare sei punti in casa contro Arsenal e Marsiglia e limitare i danni in trasferta in Germania. Il fattore campo darà una grande mano agli azzurri e bisogna arrivare ad entrambe le partite casalinghe con il massimo delle forze e della concentrazione. Di mezzo c’è sempre il campionato, con Torino, Fiorentina fuori casa, Catania e il big match con la Juve di Conte a Torino. Domenica alla mezza il Napoli ha l’obbligo di tornare alla vittoria in campionato per riprendere la caccia al primo posto. Il Toro di Ventura è una squadra che non molla mai, domenica le assenze di Immobile, Brighi ed El Kaddouri potrebbero incidere in maniera negativa sul match. I ragazzi di Benitez in ogni caso non devono sottovalutare l’impegno e tenere alta la guardia anche perché il Toro a soli 10 punti in classifica, verrà al San Paolo a caccia di punti per allontanarsi dalle zone calde.

Fabio Ferraro

Comments are closed.