“La Chiesa prenda le distanze dalla festa dei Gigli”
29 settembre 2011
Promozione sociale, ass. Russo: “Soddisfatto per unanimità Consiglio su regolamento registro regionale”
29 settembre 2011

Exploit di pubblico a Pontecagnano per Lo Stato dell’Arte

La partecipazione del nostro Paese alla 54. Esposizione Internazionale d'Arte della Biennale di Venezia, ha tutti i caratteri dell'eccezionalità: il curatore del Padiglione Italia, Vittorio Sgarbi, ha infatti elaborato un progetto concepito con un criterio originale, sottolineando l'importanza del 150° anniversario dell'Unità d'Italia, prevedendo numerose e importanti iniziative speciali, tra cui le esposizioni promosse nelle Regioni italiane in collaborazione con le Amministrazioni Regionali, Provinciali e Comunali.

La partecipazione del nostro Paese alla 54. Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia, ha tutti i caratteri dell’eccezionalità: il curatore del Padiglione Italia, Vittorio Sgarbi, ha infatti elaborato un progetto concepito con un criterio originale, sottolineando l’importanza del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, prevedendo numerose e importanti iniziative speciali, tra cui le esposizioni promosse nelle Regioni italiane in collaborazione con le Amministrazioni Regionali, Provinciali e Comunali.

Per quanto riguarda la Campania, il critico ferrarese ha scelto il Complesso Ex Tabacchificio Centola, egregio esempio di archeologia industriale di Pontecagnano Faiano, come sede ideale per l’esposizione degli artisti contemporanei della Regione.

L’esposizione promossa dal Comune di Pontecagnano Faiano, con il contributo della Provincia di Salerno e della Camera di Commercio di Salerno, è curata personalmente dallo stesso Vittorio Sgarbi, e vede coinvolti oltre 90 artisti tra pittori, scultori, ceramisti, fotografi, video-artisti, grafici, designer e autori di installazioni.

«La presenza a Pontecagnano è equivalente a quella a Venezia – dice Sgarbi – e talvolta ha più motivato titolo per considerazioni estetiche che prescindono dalle indicazioni di uno scrittore, di un poeta, di un regista, di un filosofo, eletto a patrono, come accade a Venezia. Una commissione, aperta, anche con efficaci segnalazioni di provenienza regionale, ha proposto gli artisti che io ho osservato con grande interesse e selezionato, spero efficacemente e rispettosamente, per questa 54. Edizione della Biennale di Venezia, la prima nel salernitano in un Padiglione Italia che ha trovato la sua sede ideale nel Complesso ex Tabacchificio Centola».

L’inaugurazione, che sarà aperta al pubblico, è fissata per Giovedì 29 Settembre, ore 19.00, e lo stesso Vittorio Sgarbi vi presenzierà insieme al Sindaco di Pontecagnano, Ernesto Sica, che ha così commentato: «Una manifestazione artistica così importante a Pontecagnano Faiano è un evento da non perdere, un’occasione unica. La qualità delle opere degli artisti è altissima, e sono sicuro che il Centola diventerà il punto di riferimento per il mondo dell’arte dell’intera Regione».

Comments are closed.