Napoli-Juventus, tutto fermo
7 novembre 2011
Adel, il nuovo Zidane pronto per il Napoli?
9 novembre 2011

Ecco la casa del futuro

La casa del futuro e' gia' qui: parliamo di case a quattro dimensioni, flessibili, dall'aspetto antico e dall'altissima innovazione tecnologica ed energetica. A presentare il programma 'La casa che verra'', sul canale Leonardo di Sky, l'architetto Chiara Tonelli, team leader del progetto Med in Italy (il prototipo di casa ecologica che partecipera' al Solar Decathlon 2012, le Olimpiadi verdi dell'abitare). Un po' inviata speciale, un po' testimone interessata: nelle dieci puntate del programma che andra' in onda ogni martedi' a partire dall'8 novembre, la conduttrice ci mostrera' come potrebbe essere il nostro modo di abitare nel futuro, con una sensibilita' maggiore nei confronti dell'ambiente e con la riscoperta delle conoscenze tradizionali.

La casa del futuro e’ gia’ qui: parliamo di case a quattro dimensioni, flessibili, dall’aspetto antico e dall’altissima innovazione tecnologica ed energetica. A presentare il programma ‘La casa che verra”, sul canale Leonardo di Sky, l’architetto Chiara Tonelli, team leader del progetto Med in Italy (il prototipo di casa ecologica che partecipera’ al Solar Decathlon 2012, le Olimpiadi verdi dell’abitare). Un po’ inviata speciale, un po’ testimone interessata: nelle dieci puntate del programma che andra’ in onda ogni martedi’ a partire dall’8 novembre, la conduttrice ci mostrera’ come potrebbe essere il nostro modo di abitare nel futuro, con una sensibilita’ maggiore nei confronti dell’ambiente e con la riscoperta delle conoscenze tradizionali. ” stato emozionante – afferma Tonelli – poter assistere con il team Med in Italy al Solar Decathlon statunitense perche’ ci ha aiutato a capire le dinamiche organizzative del concorso in vista della nostra partecipazione all’edizione europea 2012”. Poi aggiunge: ”Mostreremo al pubblico vasto quali vantaggi comporta dal punto di vista estetico, del comfort interno e del risparmio energetico ed economico orientarsi verso la scelta della casa solare”. Ci sono sembrati particolarmente interessanti e ispiratori alcuni dei prototipi proposti: per esempio, la casa del Belgio, la 4D Home del Massachusetts, ispirata alla quarta dimensione, quella del tempo dopo quelle dello spazio, cosi’ da seguire le esigenze familiari legate al susseguirsi delle stagioni.

Adriano Esposito

Comments are closed.