Campania: con la crisi più ritocchi estetici
15 febbraio 2011
Giulio Tremonti
Si del Senato a milleproroghe: ecco le novità
16 febbraio 2011

Cassazione: “Si all’adozione per i single”

la Cassazione esorta il Parlamento ad offrire la possibilità di adozione anche ai single. La sentenza 3572 depositata oggi sostiene che sia giunto il momento giusto perchè il legislatore possa “provvedere nel concorso di particolari circostanze, ad un ampliamento dell’ambito di ammissibilità dell’adozione di minore da parte di una singola persona anche con gli effetti dell’adozione legittimante”. Una possibilità che, secondo la Cassazione, non va contro la Convenzione di Strasburgo sui fanciulli siglata nel 1967.

“Bisogna scegliere tra il male maggiore e il bene minore” – afferma Marco Griffini, presidente dell’Associazione “Amici dei bambini” – “il male maggiore per un bambino è rimanere in istituto, il bene minore, di fronte al bene maggiore che è quello di aver la famiglia migliore possibile, è avere un genitore single. Negli ultimi anni il mondo delle adozioni è radicalmente cambiato. Si assiste ad un aumento vertiginoso dei bambini abbandonati a fronte di una diminuzione delle coppie disponibili all’adozione. Nel 2003-2004, ad esempio, vi erano circa 145 milioni di bambini abbandonati, cifre ritoccate in aumento nel 2010 che hanno portato il numero a 163 milioni coè, in cinque anni vi è stato un aumento di 20 milioni di bambini abbandonati. A fronte di ciò” – prosegue Griffini – “dal 2006 vi è stata una diminuzione delle famiglie disponibili. Se, infatti, nel 2006 erano circa 6.500 l’anno, nel 20010, sino al 30 giugno, erano 1.500. Tra il 2006 e il 2010 c’è stato cioè un calo di quasi il 50%”.

“Ha ragione la Cassazione” – spiega ancora Griffini – “i tempi sono maturi se non altro per riaprire il dibattito. La sentenza di oggi è un’opportunità per riflettere. Sino ad ora, infatti, non vi è stata da parte di chi gestisce la questione attenzione ai mutamenti, nessuno ha analizzato le cause per cui vi è questa diminuzione di coppie sposate che chiedono l’adozione mentre l’abbandono, che riguarda tutti i Paesi, è in aumento. I tempi, quindi, sono maturi, almeno per aprire la discussione”.