Moda: Benetton punta alla riduzione dell’impatto ambientale
26 settembre 2012
Questa volta Marassi pecca in fair play
1 ottobre 2012

Bianconeri riacciuffati

Dopo il mezzo passo falso di Catania, il Napoli stravince per 3-0 la gara al San Paolo contro la Lazio e riaggancia la Juventus capolista. I biancocelesti sono davvero poca cosa dinanzi alla squadra di casa così ben messa in campo e dura come mai grazie all’aggressività di un motivatissimo Behrami. Ma il protagonista del giorno è ancora lui, il Matador Cavani, che firma una tripletta che lo porta a quota 5 reti.
Sono gli ospiti a partire all’attacco, riuscendo ad andare in vantaggio al 4’ grazie ad un corner dalla destra di Hernanes insaccato da Klose. Ma la panchina azzurra protesta per un fallo di mano non visto da Banti e Damato. È proprio il tedesco, campione di fair-play ad ammettere l’accaduto e a riportare il risultato sullo 0-0.

Dopo il mezzo passo falso di Catania, il Napoli stravince per 3-0 la gara al San Paolo contro la Lazio e riaggancia la Juventus capolista. I biancocelesti sono davvero poca cosa dinanzi alla squadra di casa così ben messa in campo e dura come mai grazie all’aggressività di un motivatissimo Behrami. Ma il protagonista del giorno è ancora lui, il Matador Cavani, che firma una tripletta che lo porta a quota 5 reti.
Sono gli ospiti a partire all’attacco, riuscendo ad andare in vantaggio al 4’ grazie ad un corner dalla destra di Hernanes insaccato da Klose. Ma la panchina azzurra protesta per un fallo di mano non visto da Banti e Damato. È proprio il tedesco, campione di fair-play ad ammettere l’accaduto e a riportare il risultato sullo 0-0. Gli azzurri reagiscono prima con un sinistro a lato di Pandev, poi al 19’ con un destro di Cavani. Il portiere laziale è sulla traiettoria, ma viene ingannato dal petto di Ciani cosicché il San Paolo può finalmente liberarsi nel suo boato.
La difesa biancoceleste va in bambola ed è qui che inizia il divertimento per i tifosi azzurri. Al 31’ Cannavaro mette un gran lancio lungo sulla destra per Cavani,  che tira un “missile”  potente in diagonale. Le mani di Marchetti non possono nulla e la sfera si insacca in rete per il goal del raddoppio. Nel secondo tempo il bomber azzurro sfodera il meglio e mette il sigillo alla gara realizzando la tripletta al 19’ (minuto fortunato della giornata). Lancio di Campagnaro sul filo del fuorigioco. Cavani si trova solo avanti a Marchetti,  lo salta e chiude di fatto la “pratica” Lazio.
Ma non finisce qui, perché Insigne, subentrato a Pandev, riesce a procurarsi anche un rigore. Cavani questa volta fallisce dal dischetto, ma non è proprio il caso di rimproverarlo: il Matador ci ha riportato a pari punti con la Juventus e si è regalato il momentaneo scettro di capocannoniere.

Gennaro Mettivier

Comments are closed.