Prime pagine dei quotidiani di Lunedì 5 Febbraio 2024
5 Febbraio 2024
Da OFI Lazio un bando per la ricerca in fisioterapia, c’è tempo fino al 15 marzo
5 Febbraio 2024

L’Antitrust su Sgarbi: “Ha esercitato l’attività violando la legge”. Lui: “Se resterò sottosegretario? Deciderà Meloni”

di Marta Tartarini e Sausan Khalil

ROMA – L’Autorità garante della concorrenza e del mercato ha pubblicato oggi, sul bollettino settimanale, la delibera che riguarda Vittorio Sgarbi dove si legge che “il sottosegretario alla Cultura ha esercitato attività professionali in veste di critico d’arte, in materie connesse con la carica di Governo a favore di soggetti pubblici e privati, in violazione dell’articolo 2, comma 1, lettera d) della legge 20 luglio 2004, numero 215″.

LEGGI ANCHE: Sgarbi dal palco: “Mi dimetto da sottosegretario”. Poi le accuse a Sangiuliano

L’AVVIO DEL PROCEDIMENTO

Per quanto concerne l’avvio del procedimento su Vittorio Sgarbi, nel bollettino si legge: “In data 20 ottobre 2023 il Capo di Gabinetto del Ministero della Cultura ha trasmesso all’Autorità, per la valutazione dei profili di competenza, una e-mail pervenuta in pari data al Ministero dalla casella di posta elettronica eventi@vittoriosgarbi.it, avente a oggetto ‘denuncia illeciti del Sottosegretario Vittorio Sgarbi’. Il messaggio di posta elettronica, privo di sottoscrizione, era rivolto al Presidente del Consiglio e al Ministro della Cultura, ma recava in indirizzo una pluralità di altri soggetti/uffici di Governo, tra i quali varie articolazioni dello stesso Ministero della Cultura, del Ministero del Turismo e del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti”.

LEGGI ANCHE: Sgarbi cita in giudizio Report e gli autori: la richiesta danni ammonta a cinque milioni di euro

SGARBI A ZONA BIANCA: CHIAMATO AL GOVERNO PERCHÈ SONO SGARBI

Ieri sera, Vittorio Sgarbi è tornato a parlare del suo caso durante il programma di Rete 4 ‘Zona Bianca’: “Nessuno mi ha mai invitato come sottosegretario. Perché ho deciso di dimettermi? Perché se l’Antitrust mi dice che io non devo essere Sgarbi io preferisco essere Sgarbi, perché sono Sgarbi mi hanno chiamato al governo (…) Io sono Sgarbi punto. Per cui, se quella cosa per cui sono chiamato deve essere ritenuta incompatibile vado per conto mio. Tornerò a lavorare a Mediaset”. Durante l’intervista, il critico d’arte ha colto l’occasione per ringraziare Giorgia Meloni perché “è stata estremamente sensibile e rispettosa aspettando il parere dell’Antitrust. L’Antitrust è avversa a me e adesso farò ricorso al Tar e devo valutare se, il tempo del ricorso, mi consente di continuare a essere sottosegretario, lo deciderà Meloni (…) la decisione è soltanto sua”. E ancora: “Non posso rinunciare alla mia vita per fare il sottosegretario“.

L’articolo L’Antitrust su Sgarbi: “Ha esercitato l’attività violando la legge”. Lui: “Se resterò sottosegretario? Deciderà Meloni” proviene da Agenzia Dire.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo https://www.dire.it

continua a leggere sul sito di riferimento