Turismo, Confimpresa Italia: situazione drammatica, bisogna riaprire
15 maggio 2020
Covid-19, Michelino (Andoc Napoli): con la pandemia aumentano i rischi per le imprese
12 giugno 2020

Cibo e ricerca si incontrano in Eit Food

Cibo e ricerca si incontrano in un progetto di Eit Food, l’Istituto Europeo per l’Innovazione e Tecnologia nell’Agroalimentare, per aiutare le aziende a sviluppare nuovi prodotti da immettere sul mercato partendo dai consumatori over 65 che si metteranno alla prova in laboratori di co-progettazione.

La project manager degli Eit Food Consumer Engagement Labs Italiani, Barbara De Ruggeri, spiega che “l’ente europeo che promuove l’innovazione nell’agroalimentare mette sempre al centro i consumatori. Per cui coordinato dall’Università di Varsavia e attuato in Italia dall’Università degli Studi di Bari Aldo Moro è stato ideato EIT Food RIS Consumer Engagement Labs, un laboratorio innovativo composto da dieci sessioni online della durata di circa due ore ciascuna, dal 12 al 26 giugno, durante le quali quindici consumatori di età superiore ai 65 anni avranno l’opportunità di parlare di cibo, preparazione dei pasti, abitudini alimentari, condividere le loro esperienze con altri appassionati di cucina, oltre che partecipare ad esercizi creativi, guidati da esperti e nutrizionisti, fino a sviluppare nuovi concetti di prodotti o servizi alimentari. Le attività saranno coordinate da tre tutor, che seguiranno i partecipanti in questo processo di libera creazione di nuove tipologie di prodotti, in particolare quelli da forno.”

Il progetto finanziato dall’Istituto europeo di innovazione e tecnologia (EIT), oltre all’Università di Bari vede la collaborazione di altri partner: Valle Fiorita Catering srl, azienda alimentare che si occupa proprio di prodotti da forno, e Innovabile srl, start up che promuove attraverso la sua piattaforma wikonsumer.org la commercializzazione di prodotti valutati e approvati da esperti e clienti.

I consumatori selezionati lavoreranno insieme divisi in gruppi e prepareranno una presentazione delle loro tre migliori idee di prodotto che Valle Fiorita ed Innovabile valuteranno per scegliere entro ottobre la migliore, da far diventare un nuovo prodotto della propria linea entro la metà del 2021.

I laboratori, inizialmente ideati in presenza, sono stati riprogettati per essere realizzati online con nuove metodologie di design thinking partecipativo, nel rispetto delle disposizioni sul Covid-19, “ma – aggiunge Barbara De Ruggieri – speriamo di poter coinvolgere i partecipanti entro la fine dell’anno in un incontro in presenza per consegnare loro l’attestato di partecipazione e ringraziarli del loro impegno.”