Santori: “Il voto alle comunali di Bologna sarà il capitolo finale del suicidio di Salvini”
22 Settembre 2021
Nelle Marche e in Abruzzo la quarta tappa del congresso itinerante Fnopi
22 Settembre 2021

Vaccini a parenti e amici, otto ‘furbetti’ indagati a Foggia

BARI – Avrebbero somministrato vaccini anti covid a parenti e amici che non ne avevano diritto nella prima fase della campagna di immunizzazione contro il virus, quando il farmaco era destinato, in via prioritaria, al personale sanitario e agli ospitati nelle Rsa e Rssa. Per questo, otto persone, tra cui medici e infermieri in servizio in un hub del Gargano, sono indagate dalla procura di Foggia per concorso in peculato.

Secondo quanto accertato dai finanzieri, nei primi giorni dello scorso gennaio, gli indagati avrebbero somministrato le prime dosi di vaccino “a parenti e conoscenti non appartenenti alle categorie prioritariamente indicate dal ministero della Salute e dal commissario straordinario per l’emergenza epidemiologica”. Sul registro degli indagati sarebbero finite anche le persone vaccinate quando non ne avevano il diritto.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo Vaccini a parenti e amici, otto ‘furbetti’ indagati a Foggia proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento