G20 in Indonesia, ci sarà anche Putin? Von der Leyen: “I lavori non si devono bloccare”
27 Giugno 2022
Nel Lazio tre Comuni su sette al centrodestra: campanello d’allarme per Pd e M5S
27 Giugno 2022

Tg Sanità, edizione del 27 giugno 2022

COVID. RT SALE SOPRA LA SOGLIA EPIDEMICA, SPERANZA: POSITIVI RESTINO A CASA

“Nel periodo compreso tra il primo e il 14 giugno 2022, l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 1,07, in aumento rispetto alla settimana precedente ed oltre la soglia epidemica”. È quanto emerge dall’ultimo monitoraggio settimanale sul Covid dell’Istituto superiore di Sanità e del ministero della Salute. Cresce l’incidenza settimanale a livello nazionale, che si attesta a 504 casi ogni 100.000 abitanti, contro i 310 registrati nell’ultima rilevazione. Sale poi al 2,2% anche il tasso di occupazione in terapia intensiva, che si attestava ad 1,9% al 16 giugno. Interpellato da ‘Repubblica’ su una eventuale eliminazione dell’isolamento dei positivi, intanto, il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha risposto che “in questo momento non è in discussione” e chi è contagiato “deve stare a casa: oggi in isolamento ci sono 650mila persone- ha chiosato- e non è immaginabile dire loro che possono andare in giro”.

SILERI: “VACCINO ANTI-COVID AGGIORNATO CONTRO LE VARIANTI PRIMA DELL’AUTUNNO”

“Quali sono i tempi per un vaccino aggiornato sulle varianti? Prima dell’autunno”. Ha risposto così il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, interpellato dai giornalisti sul tema a margine del primo incontro del ciclo ‘La sanità che vorrei’, promosso dalle società scientifiche SIMIT, SIMG, SIGOT e AIP, che si è svolto la settima scorsa ap ministero della Salute. “Mi sembra che Moderna abbia già annunciato un ottimo risultato per questo vaccino aggiornato- ha proseguito Sileri- speriamo che anche altri arrivino a compiere il passaggio di un vaccino aggiornato per averlo disponibile il prima possibile”.

AIL: “OGNI ANNO 30MILA NUOVI CASI DI TUMORE DEL SANGUE, RAFFORZARE LA RICERCA”

“Sono circa 30mila ogni anno in italia i nuovi casi di tumore del sangue: grazie alla ricerca oggi i pazienti hanno più probabilità di guarire o convivere per anni con la malattia, mantenendo una buona qualità di vita. Sostenere i pazienti e le loro famiglie e favorire la ricerca scientifica per rendere disponibili terapie sempre più efficaci sono obiettivi che si raggiungono anche grazie all’alleanza concreta tra l’Associazione italiana contro leucemie, linfomi e mieloma (Ail) e l’ematologia italiana”. E proprio questa alleanza è stata il focus della conferenza stampa annuale che l’Ail ha organizzato la settimana scorsa in occasione della Giornata nazionale per la lotta contro leucemia, linfomi e mieloma, giunta quest’anno alla 17esima edizione.

TUMORI BILIARI. INCYTE: PEMIGATINIB ORA DISPONIBILE ANCHE IN ITALIA

Nuova speranza per i malati di colangiocarcinoma, un tumore raro che si forma nel dotto biliare e che colpisce ogni anno circa 2.000 persone in Italia. Incyte Biosciences Italia, infatti, ha annunciato che Aifa ha approvato la rimborsabilità della monoterapia con Pemigatinib. Le opportunità offerte dal nuovo farmaco sono state presentate nel corso di in una conferenza stampa anche si è tenuta la settimana scorsa a Milano. Gli studi condotti hanno dimostrato che nei pazienti la monoterapia con questo farmaco ha determinato un tasso di risposta obiettiva complessivo del 37% e una durata della risposta mediana di otto mesi, risultati “notevolmente migliori” rispetto alle attuali terapie utilizzati per la cura di questa rara patologia, hanno fatto sapere gli esperti.

IN PUGLIA TAVOLO TECNICO SU EPATITE C PER SCREENING DI MASSA

“In Puglia c’è un tavolo tecnico che si sta occupando dell’organizzazione dello screening di massa. Sicuramente l’obiettivo dell’OMS dell’eradicazione dell’epatite C nel 2030 è difficilmente perseguibile ma, per quanto riguarda la nostra Regione, credo si stiano gettando le basi per ottenere ottimi risultati a breve”. Lo ha fatto sapere il dottor Pietro Gatti, Direttore della UOC Medicina Interna all’Ospedale Perrino – Asl di Brindisi, intervenuto al corso di formazione ECM sulla gestione dei tossicodipendenti con epatite C, organizzato dal provider Letscom E3 con il contributo incondizionato di AbbVie. Il corso rientra nell’ambito di ‘Hand’ il progetto di networking a livello nazionale patrocinato da quattro società scientifiche (SIMIT, FeDerSerD, SIPaD e SITD).

IN SARDEGNA 3 MILIONI DA REGIONE E ASSESSORATO PER SCREENING EPATITE C

E intanto la Regione Sardegna, nell’ambito della discussione alla finanziaria regionale, ha presentato un emendamento a sostegno del capitolo ‘screening HCV’, chiedendo che venga istituito un fondo con una dotazione di 3 milioni di euro da destinarsi negli anni 2022, 2023 e 2024 alla diagnosi di HCV. A dirlo Ivana Maida, professore associato di Malattie Infettive all’Università di Sassari, nel corso della tappa ‘Hand’ in Sardegna. “Questo è importante- ha commentato Maida- perché permetterà a tutte quelle realtà che attualmente non hanno la possibilità di fare screening di poter accedere facilmente alla diagnosi di epatite C”.

CLINICHE VIRTUALI, PNRR E DATI: VISIONI A CONFRONTO IN PRIMA CONFERENZA DIG.EAT

“Il futuro è quello di ospedali senza confini fisici e dati utili per curare la persona”. Così il vicepresidente di Aisdet, Sergio Pillon, nel corso della web conference dal titolo ‘Le interferenze digitali in medicina tra protezione dei dati e innovazione’. La conferenza, organizzata da Digital&Law e promossa da Anorc e Anorc Professioni ha inaugurato così il ‘Percorso del DIG.eat 2022/23 – Meddle’ e ha visto il coinvolgimento di un gruppo di esperti per analizzare le prospettive di sviluppo, le criticità del settore e condividere una visione dell‘e-Health e della Telemedicina, alla luce del Pnrr.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo Tg Sanità, edizione del 27 giugno 2022 proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento