San Lorenzo, senza un intervento del Campidoglio ‘Communia’ e via dei Lucani a rischio
12 Novembre 2021
Di Maio ancora minacciato dall’Isis. La sua foto in una rivista dello Stato islamico
13 Novembre 2021

Sondaggio Dire-Tecnè: sorpasso Pd su FdI, ora è il primo partito

ROMA – Il Partito democratico completa un lungo inseguimento e diventa il primo partito italiano con il 20,4%. È quanto emerge dal sondaggio Dire-Tecnè realizzato il 12 novembre. Secondo Monitor Italia, i dem guadagnano uno 0,1% rispetto alla scorsa settimana, quando erano appaiati con Fratelli d’Italia. Il partito di Giorgia Meloni perde invece lo 0,3% e scivola al secondo posto. In calo anche la Lega, sempre al terzo posto con il 18,4% (-0,1%). Il Movimento 5 Stelle guadagna uno 0,2% e si piazza quarto al 16,2%. Dietro tutti gli altri: Forza Italia al 7,5% (-0,1%), Azione al 3,9% (+0,2%),Italia viva al 2,2% (-0,1%), Articolo 1 al 2,1% (+0,1%), Europa verde al 2,0% (nessuna variazione), Sinistra italiana al 2,0% (+0,1%), Più Europa all’1,5% (-0,1%).

IL CENTROSINISTRA SI AVVICINA ANCORA AL CENTRODESTRA

Continua la rimonta del centrosinistra nei confronti del centrodestra, con le due coalizioni oggi divise da 6,2 punti. Oggi il 46,9% degli intervistati per Monitor Italia voterebbe per il centrodestra (FdI, Lega, FI, CI, Udc), quota in calo rispetto al 47,4% di una settimana fa (giù di 0,5 punti). Il 40,7% voterebbe invece per il centrosinistra (Pd, M5S, Art.1, EV), con 0,4 punti in più rispetto alla scorsa settimana. La differenza tra i due schieramenti continua ad assottigliarsi, un trend che si registra negli ultimi otto mesi, dall’inizio del governo Draghi.

LIEVE FLESSIONE NELLA FIDUCIA PER MATTARELLA

Sostanzialmente stabile la fiducia degli italiani nei confronti del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, secondo quanto emerge dal sondaggio Dire-Tecnè realizzato il 12 novembre. Il consenso per il capo dello Stato è pari al 75,2%, con un calo dello 0,4% negli ultimi sette giorni (era al 75,6%). Un trend che si ripete per la seconda settimana di fila, dopo la vetta massima del 75,8% toccata da Mattarella il 29 ottobre.

DRAGHI PERDE QUASI UN PUNTO IN SETTE GIORNI

La fiducia degli italiani nel presidente del Consiglio Mario Draghi si attesta al 65,3%, con un calo dello 0,8% rispetto alla scorsa settimana. Il top per il consenso nei confronti di Draghi è stato raggiunto il 3 settembre con il 67,1%, poi ha oscillato toccando un minimo del 64,7% l’1 ottobre e tornando nuovamente a salire, ma senza più raggiungere la vetta di inizio settembre.

SCENDE IL CONSENSO NEL GOVERNO

La fiducia nel Governo è in leggero calo e si assesta al 54,1% con un -0,5% nell’ultima settimana (era al 54,6%). È dal 2 luglio che l’esecutivo mantiene un consenso intorno al 55%, con il picco massimo raggiunto il 3 settembre: 56,1%.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo Sondaggio Dire-Tecnè: sorpasso Pd su FdI, ora è il primo partito proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento