Dalla Russia meno gas per l’Italia: ridotti gli approvvigionamenti
15 Giugno 2022
Banca Etruria, assolto il padre di Boschi: “Ho pianto come una bambina”
15 Giugno 2022

Respinto il ricorso degli attivisti M5S contro la leadership di Conte

NAPOLI – La giudice Loredana Ferrara della settima sezione civile del Tribunale di Napoli ha rigettato l’istanza cautelare di sospensione delle delibere con cui è stato nuovamente approvato lo statuto del Movimento 5 Stelle (già deliberato in data 2-3 agosto 2021) ed eletto Giuseppe Conte come presidente dei pentastellati.

L’istanza è stata presentata da un gruppo composto da otto attivisti di Napoli, gli stessi ricorrenti che avevano già contestato Statuto ed elezione del leader, causando la decadenza dello stesso nel febbraio del 2022 e la necessità di proporre una nuova votazione. Il tribunale ha quindi sancito che restano valide le delibere dell’11 e del 27-28 marzo 2022, mettendo in salvo da una seconda sospesione sia lo statuto che la leadership dell’ex presidente del Consiglio.

CONTE: “AVANTI CON IL NUOVO CORSO”

“Il Tribunale di Napoli ha respinto il ricorso in sede cautelare contro lo Statuto e le democratiche scelte dei nostri iscritti sul futuro del Movimento 5 Stelle. Andiamo avanti, con forza e determinazione per il rilancio del nuovo corso”. Lo scrive su Twitter il presidente del M5S Giuseppe Conte. Il ricorso degli attivisti, assistiti dall’avvocato Lorenzo Borrè, era stato presentato contro la nuova votazione che nel marzo scorso ha confermato Conte come presidente del Movimento.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo Respinto il ricorso degli attivisti M5S contro la leadership di Conte proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento