Strage di Bologna, Giannuli: “D’Amato fece parte dei servizi per tutta la vita”
9 Giugno 2021
Nel Lazio il limite degli spettatori per gli eventi all’aperto sale a 1.500 persone
9 Giugno 2021

Nei 700 anni dalla morte di Dante, arriva il gioco di carte della Divina Commedia

RAVENNA – Non poteva mancare nelle celebrazioni per i 700 anni dalla morte, in qualità anche di iconica figura pop, il gioco di carte dedicato a Dante, un’opera unica nel suo genere. E infatti “Dante Alighieri: Commedia-Inferno” è il gioco ufficiale delle celebrazioni nazionali, realizzato ovviamente in 700 copie numerate, di cui una donata alla Biblioteca Classense per entrare a far parte della preziosa collezione di giochi a stampa. Non solo. Il gioco sarà disponibile in tutte le biblioteche decentrate e alla sezione Holden, per offrire un’occasione ai giovani e alle loro famiglie di avvicinare e scoprire, o riscoprire, la figura dantesca in maniera originale e divertente.

Il gioco, prodotto da Sir Chester Cobblepot, Giacomo Santo Pietro, ed edito da Top Hat Games, ha dunque ricevuto il patrocinio del Comitato nazionale per le celebrazioni dei 700 anni della scomparsa del sommo poeta. L’iniziativa nasce da una fortunata associazione di idee ispirata dalla meccanica principale, che prevede un passaggio di carte, in gergo draft. Tutti i giocatori hanno la stessa quantità tra cui prendere-e-passare, ma con mani di gioco asimmetriche che si concludono scartando l’ultima carta rimasta, in una sorta di passaggio a spirale che rimanda alla peculiare forma dell’Inferno dantesco, una profonda cavità a imbuto. I giocatori al tavolo passano le carte a ogni turno come Dante e Virgilio percorrono il loro cammino, girando lungo i gironi che si spingono a spirale giù in profondità.

“Il rapporto tra numerologia e Divina commedia è noto agli esperti. Dante sceglie il numero 3 per costruire la sua opera ed esso ritorna infatti in molti aspetti. Così nel gioco è possibile totalizzare un massimo di 66 punti e sono tre i differenti tipi di carte Personaggio, il numero minimo di giocatori, che arriva fino a sei, così come sei sono i gettoni nel gioco. Le carte riprendono le incisioni di Gustave Doré e sono colorate digitalmente dall’artista ravennate Demis Savini. Infine il gioco è anche in sintonia con le numerose esposizioni che le istituzioni cittadine hanno dedicato a Dante.

Anche grazie a una speciale sovracoperta celebrativa di Ravenna, “Dante Alighieri: Commedia-Inferno” è già molto richiesto, sia dagli appassionati del genere che dai cultori di Dante: è in vendita al prezzo di 24,90 euro in tutti gli store dei musei ravennati di Ravennantica. A breve sarà possibile acquistarlo anche online.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo Nei 700 anni dalla morte di Dante, arriva il gioco di carte della Divina Commedia proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento