Dentro la clinica dove è stato arrestato Matteo Messina Denaro: “Non capivamo cosa stesse accadendo”
16 Gennaio 2023
Fabio Storchi sul Meridione d’Italia: il Sud deve trovare la sua strada
16 Gennaio 2023

Matteo Messina Denaro, le prime immagini dopo l’arresto

ROMA – A trent’anni esatti dall’arresto di Totò Riina, questa mattina è stato arrestato Matteo Messina Denaro uno dei boss più potenti di Cosa Nostra, ricercato dal 1993. La cattura è avvenuta nella clinica privata ‘La Maddalena’ di Palermo, che assiste pazienti oncologici. Ad eseguirlo i carabinieri del Ros.

MESSINA DENARO, LA MAFIA E I CORLEONESI

Con l’arresto di Matteo Messina Denaro viene catturato l’ultimo dei Corleonesi. Il boss di Castelvetrano era infatti alleato con i capi di Cosa Nostra Totò Riina e Bernardo Provenzano. La sua figura è legata a cruenti omicidi di mafia, come quello del piccolo Giuseppe Di Matteo, figlio del collaboratore di giustizia Santino Di Matteo, sequestrato a 12 anni, strangolato e poi sciolto nell’acido. Messina Denaro fu tra gli organizzatori del sequestro, ideato per costringere Santino a ritrattare alcune rivelazioni inerenti alla strage di Capaci.
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo https://www.dire.it

continua a leggere sul sito di riferimento