Vaiolo delle scimmie, Spallanzani: “La trasmissione sessuale è plausibile ma nello sperma ci sono molti virus”
3 Giugno 2022
Ucraina, cento giorni di guerra: morti più di 2 bambini al giorno
3 Giugno 2022

Manifesti elettorali ai Quattro Canti, a Palermo è polemica. “Miceli intervenga”

PALERMO – “Utilizzare i monumenti cittadini per affiggere manifesti elettorali è un’offesa al buongusto e al buonsenso”. Lo scrive sui suoi social Giorgio Trizzino, deputato di Azione, in merito alla campagna elettorale per le Amministrative di Palermo, postando una foto dei manifesti elettorali di due candidati sulle finestre che si affacciano sui Quattro Canti, una delle piazza storiche del capoluogo siciliano.

I manifesti sono quelli di Debora Drago e Francesco Pantaleone, candidati al Consiglio comunale della lista Progetto Palermo che sostiene il candidato sindaco di centrosinistra Franco Miceli. E proprio al presidente dell’Ordine degli Architetti si rivolge Trizzino, chiedendo “se è al corrente che due candidati di una lista a suo sostegno utilizzino le finestre dei Quattro Canti per la propria campagna elettorale”.

“Miceli – sottolinea il deputato di Azione – da presidente dell’Ordine degli architetti dovrebbe essere il primo a condannare l’accaduto. E non ci venga a raccontare che quel palazzo appartiene a privati e quindi tutto è consentito. È davvero troppo. Dobbiamo attenderci forse che anche le finestre del Teatro Massimo verranno utilizzate nei prossimi giorni per l’affissione di manifesti elettorali? Miceli sia ‘franco’ e spieghi come possa accettare e consentire un simile sfregio”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo Manifesti elettorali ai Quattro Canti, a Palermo è polemica. “Miceli intervenga” proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento