Vaiolo scimmie. Spallanzani: virus attivo per 3 settimane in sperma
8 Agosto 2022
La proposta del presidente del Messico: “Una pace globale per cinque anni”
8 Agosto 2022

Le Sardine contro il centrosinistra: “Sulle alleanze è il ballo dei quaquaraqua”

BOLOGNA – Il centrosinistra doveva stare “insieme” per “scongiurare la minaccia della vittoria della destra” alle prossime elezioni politiche. E invece “stiamo ancora assistendo a un bailamme di alleanze” tra forze politiche che non hanno “senso di responsabilità”. È il severo rimprovero che arriva oggi dal movimento delle 6.000 Sardine, in un post pubblicato su Facebook con tanto di foto che ritrae un gruppo di oche e la didascalia: “Il ballo dei quaquaraqua”.

LEGGI ANCHE: Calenda rompe il patto con il Pd: “Decisione sofferta, ma non intendo andare avanti”

Le Sardine ricordano che dovevano ancora essere sciolte le Camere “e già chiedevamo responsabilità nei confronti di un Paese in ginocchio, ma nulla di fatto. Sciolte le Camere, abbiamo chiesto responsabilità a una sinistra frammentata per scongiurare la vittoria di una destra lontana dalla realtà e pronta ad andare al potere con ideologie retrograde e conservatrici, ma stiamo ancora assistendo a un bailamme di alleanze”.

LEGGI ANCHE: Il no di Calenda a Letta, Salvini: “A sinistra caos e tutti contro tutti”. Meloni: “Una telenovela”

E allora il movimento incalza: “Quando lo capirete che solo insieme si può scongiurare questa minaccia? – chiedono le Sardine – quando vedremo il senso di responsabilità nei confronti del Paese come primo punto delle vostre agende? Siamo stanchi di sentire parlare di questioni di ‘lana caprina’ e di incompatibilità di programmi, la sinistra deve ricominciare a parlare di temi di sinistra, di unità e di diritti, tutto il resto è irresponsabilità”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo Le Sardine contro il centrosinistra: “Sulle alleanze è il ballo dei quaquaraqua” proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento