PREVIDENZA COMPLEMENTARE, ‘ADESIONE CONSAPEVOLE È PRIORITÀ’
25 Novembre 2021
VIDEO | Maxi sbarco di migranti a Lampedusa, in 296 su un barcone
25 Novembre 2021

Il Consiglio regionale Lazio fa rete contro la violenza sulle donne, premiato il pugile eroe

ROMA – I saluti della ministra alle Pari Opportunità, Elena Bonetti, ad aprire la giornata. La premiazione di Andrea Marcelli, l’ex pugile che solo pochi giorni fa ha sventato uno strupro a Roma, nei pressi di piazzale Clodio, al termine della lunga mattinata. In mezzo incontri, confronti e tavole rotonde per capire come affinare e coordinare le azioni di contrasto e prevenzione contro la violenza sulle donne. Questo il programma messo in campo dal Consiglio regionale del Lazio per celebrare, questa mattina alla Pisana, la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

LEGGI ANCHE: Violenza sulle donne, Mattarella: “Numeri intollerabili, è fallimento società”

È stato il concetto di “Rete” a finire al centro del confronto, a cui hanno partecipato rappresentanti delle forze dell’ordine, delle associazioni della magistratura e delle Istituzioni, a partire dal padrone di casa, il presidente del Consiglio regionale del Lazio, Marco Vincenzi. “Insieme a tutti questi soggetti- ha spiegato proprio quest’ultimo- possiamo davvero costruire una rete che potenzi i servizi di assistenza. Ma la Regione Lazio è impegnata da sempre, dal punto di vista normativo, anche per migliorare l’impianto legislativo a favore della tutela delle donne e per la piena affermazione dei diritti sia livello economico che sociale, culturale e amministrativo”.

“Dobbiamo potenziare le reti- gli ha fatto eco la segretaria generale del Consiglio regionale del Lazio, Cinzia Felci- ogni giorno dobbiamo lavorare per rafforzare la collaborazione e il coordinamento tra Istituzioni e con le forze dell’ordine, i tribunali, le procure, le associazioni e gli avvocati per contrastare davvero questo fenomeno”.

LEGGI ANCHE: Un murale di Laika contro la violenza sulle donne: ‘Ogni tre giorni’

Dopo gli interventi istituzionali la mattinata è proseguita con tavoli di lavoro a cui hanno partecipato consigliere, esperti e tecnici di vario tipo. “109 donne uccise dall’inizio dell’anno significa che l’impegno quotidiano delle Istituzioni dev’essere moltiplicato- ha poi commentato la consigliera Marta Bonafoni- Nel Consiglio regionale, ormai da 10 anni, noi ci proviamo. Lo abbiamo fatto con una legge del 2014 e lo facciamo quotidianamente rispondendo alle ‘due P’ della convenzione di Istanbul: protezione da una parte e prevenzione, con la scuola e con i giovani. Nel 2013, quando siamo arrivati c’erano 9 centri anti-violenza nella nostra Regione. Oggi sono 28 e tra poco diventeranno 31. E il Pnrr sarà un’ occasione per misurare l’impatto di genere delle misure e dei fondi che arriveranno”.

Alla fine della mattinata, come detto, è stato il momento della premiazione, con una targa, di Marcelli. “Oggi premiamo un uomo coraggioso che ha salvato una ragazza da una violenza nel quartiere di Prati qualche settimana fa- ha detto Vincenzi- La sua presenza qui oggi in Consiglio regionale ci rende particolarmente orgogliosi”. Al convegno hanno partecipato anche la consigliera regionale Michela Di Biase, il vicepresidente della Regione Lazio, Daniele Leodori, il presidente vicario e presidente della sezione Prima penale della Corte di Appello di Roma, Tommaso Picazio, il Prefetto vicario di Roma, Raffaela Moscarella, il comandante della legione Carabinieri Lazio, Antonio De Vita, il presidente dell’ordine degli avvocati di Roma, Antonio Galletti, la presidente dell’associazione Be Free, Oria Gargano, e la presidente dell’associazione Differenza Donna, Elisa Ercoli. 

LEGGI ANCHE: Al ministero dell’Istruzione un flash mob per dire no alla violenza sulle donne

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo Il Consiglio regionale Lazio fa rete contro la violenza sulle donne, premiato il pugile eroe proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento