Sea Eye approderà a Pozzallo: “Eravamo vicini a Palermo, invece siamo ancora in viaggio”
20 Maggio 2021
Giani: “Alla Toscana servono più dosi di vaccino, oggi avremo risposte da Figliuolo”
20 Maggio 2021

Giappone ancora nella morsa del Covid, divieto di ingresso esteso ad altri sette paesi

TOKYO – A fronte dei dati recenti sul numero di nuovi contagi, il Giappone ha deciso di aggiungere Thailandia, Cambogia, Sri Lanka, Seychelles, Santa Lucia, Timor Est e Mongolia alla lista dei Paesi ai cui cittadini è vietato l’ingresso nel Paese. Il provvedimento, che entrerà in vigore formalmente a partire da domani, ha lo scopo di limitare ulteriormente la diffusione delle nuove varianti del virus, ed ha portato a 159 il numero di Paesi soggetti alle restrizioni all’ingresso in Giappone. A partire da domani ai cittadini stranieri che sono stati in uno dei Paesi indicati entro 14 giorni dall’arrivo sarà vietato l’ingresso in Giappone, ad eccezione dei residenti permanenti e delle loro famiglie che dovranno però sottoporsi alla quarantena.

Sono stati 5.818 i nuovi casi di infezione da coronavirus e 97 i decessi giornalieri in Giappone secondo il bollettino aggiornato a ieri diffuso dal ministero della Salute. Il numero di contagi da inizio pandemia ha superato i 700.000, mentre il numero di pazienti ricoverati in gravi condizioni, che non accenna a diminuire nonostante le misure restrittive imposte dallo stato di emergenza nel paese in vigore dal 25 aprile scorso, si è attestato alla cifra record di 1.293.

Nella capitale Tokyo i nuovi casi sono stati 766, in trend decrescente negli ultimi tre giorni, mentre nella prefettura di Osaka, la più colpita dall’ultima ondata, i nuovi casi sono stati 477 casi.

IL GOVERNO VALUTA SE CONSENTIRE AI FARMACISTI DI SOMMINISTRARE I VACCINI

“Il governo sta prendendo in considerazione la possibilità di consentire anche ai farmacisti di somministrare vaccini anti Covid-19, qualora il personale medico e i dentisti, ai quali è stato già esteso lo stesso provvedimento, non si rivelassero sufficienti a garantire la vaccinazione della popolazione”. Lo ha dichiarato in conferenza stampa il ministro per le Riforme, con delega del governo a coordinare la campagna vaccini, Taro Kono.

Il Giappone, che ha iniziato il suo piano vaccini nazionale partendo dal personale medico e dalla popolazione di 36 milioni di over 65 lo scorso 12 aprile, ha finora vaccinato meno del 3% della popolazione, il ritmo più lento tra i Paesi avanzati, principalmente a causa della iniziale scarsità dei vaccini e di problemi organizzativi, tra i quali proprio la carenza di personale medico specializzato.

UBER JAPAN OFFRE TAXI GRATUITO AGLI ANZIANI PER I CENTRI DI VACCINAZIONE

Uber Japan Co., filiale giapponese dell’omonimo gruppo, ha lanciato un servizio taxi che garantirà 20.000 corse gratuite agli anziani che si recheranno nei centri medici autorizzati per effettuare la vaccinazione contro il coronavirus.

Il servizio, attivo fino al 30 settembre, sarà disponibile nelle 11 principali città, prima tra tutte Fukuoka, nel sudovest del paese, la prima ad essere coperta dall’iniziativa. Le persone potranno utilizzare il servizio per due viaggi di andata e due di ritorno (per un totale di quattro corse, corrispondenti ai due richiami del vaccino) prenotandosi tramite un’apposita applicazione.

LA BANCA CENTRALE È PRONTA AD ESTENDERE LE MISURE DI SOSTEGNO

“La banca centrale è pronta se necessario ad estendere le sue misure di sostegno all’economia contro la crisi causata dalla pandemia”. Lo ha dichiarato il governatore della Banca del Giappone Haruhiko Kuroda nel suo intervento al seminario online organizzato dal Research Institute of Japan.

“Il ritmo della campagna vaccinale e l’efficacia stessa dei vaccini nel contenimento delle infezioni comportano incertezze e il rischio che aumenti la pressione al ribasso sulle attività economiche del Paese”, ha aggiunto Kuroda, avvertendo del rischio che una lenta campagna di vaccinazioni possa compromettere pesantemente la ripresa economica della terza economia mondiale.

APPROVATO IL DL SUL PROGRAMMA DI SOVVENZIONI ALLE BANCHE REGIONALI

È stato approvato dal Parlamento giapponese il disegno di legge sul programma di sovvenzioni che il governo da deciso di mettere in campo per stimolare le economie locali tramite il risanamento delle banche regionali, le cui situazioni finanziarie sono state messe a dura prova dalla pandemia e dalla prolungata politica di tassi negativi che ne ha eroso i profitti.

Il disegno di legge, approvato dalle due Camere in seduta plenaria, prevede una serie di interventi in favore di programmi di ristrutturazione e di fusioni, tra cui incentivi economici e deregolamentazione per favorire l’accesso di nuovi capitali anche da parte di fondi esteri. Con tale misura il governo spera che il rafforzamento delle finanze delle banche produca una spinta sull’economia del paese, messa in crisi dalla pandemia e dall’invecchiamento della popolazione.
]]

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo Giappone ancora nella morsa del Covid, divieto di ingresso esteso ad altri sette paesi proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento