Putin: “Tutti vogliamo la fine del conflitto in Ucraina”
16 Settembre 2022
Incidente in azienda a Noventa di Piave, muore studente 18enne
16 Settembre 2022

Draghi: “C’è chi parla di nascosto con i russi e vuole togliere le sanzioni”

di Alfonso Raimo, Roberto Antonini e Ugo Cataluddi

ROMA – “Il Paese che vedo oggi è forte, leale all’alleanza atlantica e che cresce economicamente, non posso fare previsioni su quello che succede. Non condivido la visione negativa di chi vede che il Pnrr così non va bene e chi parla di togliere le sanzioni e parla di nascosto con i russi, c’è gente che lo fa e c’è gente che non lo fa”. Così il premier Mario Draghi in conferenza stampa a palazzo Chigi, dopo il Cdm che ha approvato il Decreto Aiuti Ter.

Contro la Russia “le sanzioni funzionano, la propaganda russa ha cercato di dimostrare che non funzionano: non è vero. Alcune non funzionano, altre funzionano poco, altre moltissimo. Le sanzioni funzionano, altrimenti non si spiegherebbero certi comportamenti recenti del presidente Putin”, prosegue il premier

“Quindi bisogna continuare su quel fronte- dice Draghi- questa è la linea politica che il governo ha seguito e bisogna continuare con il sostegno all’Ucraina, fino a che non vinca la guerra di liberazione perché tale è, da chi ha invaso il suo paese”.

FINANZIAMENTI RUSSI, DRAGHI: BLINKEN MI HA DETTO CHE NON CI SONO DESTINATARI ITALIANI

“Il segretario di Stato Blinken mi ha confermato l’assenza di forze politiche italiane nella lista di destinatari di finanziamenti russi oggetto di lanci giornalistici in questi giorni”.

DRAGHI: SU SANZIONI RUSSIA NEL CENTRODESTRA TANTI PUNTI DI VISTA

Mantenere le sanzioni alla Russia e il sostegno all’Ucraina, “questa è stata la linea del mio governo”, per il prossimo “non posso anticipare quale sarà, ma all’interno del centrodestra ci sono tanti punti di vista” ma se cambierà la linea su sanzioni alla Russia e Ucraina “questo non lo posso dire”. Certo “è una visione che il governo attuale non condivide”.

DRAGHI: CI VUOLE COERENZA, NO A GIRAVOLTE SU INVIO ARMI

“Nei rapporti internazionali bisogna essere trasparenti. Ci vuole coerenza, non giravolte per cui si vota l’invio delle armi e poi si dice ‘no, non sono d’accordo’”, dice il premier Mario Draghi in conferenza stampa.

“Oppure, ancora peggio- aggiunge- non si può inorgoglirsi dell’avanzata ucraina dopo che si è votato contro… si voleva forse che l’Ucraina si difendesse a mani nude?”

DRAGHI: UNGHERIA? ITALIA SCELGA PARTNER CHE DIFENDE I SUOI INTERESSI

“L’Ungheria è un Paese non democratico secondo l’Ue? Noi abbiamo una visione dell’Europa, difendiamo lo stato di diritto e i nostri alleati sono la Germania, la Francia. Cosa farà il prossimo governo non lo so, però un Paese si sceglie i propri partner oltre che in base alla comunanza ideologica, anche in base agli interessi del Paese stesso. Chi, tra questi Paesi conta di più? Datevi una risposta…”.

DRAGHI: DEMOCRAZIA ITALIANA FORTE, NON SI FA BATTERE DA PUPAZZI PREZZOLATI

“La democrazia italiana è forte, non si fa battere da nemici esterni e dai loro pupazzi prezzolati. Dobbiamo essere fiduciosi nella nostra democrazia”.

DRAGHI: NON SONO DISPONIBILE A SECONDO MANDATO A PALAZZO CHIGI

Sarebbe disponibile a un secondo mandato a Palazzo Chigi? “No”, risponde Mario Draghi, in conferenza stampa.

DRAGHI: NO SCOSTAMENTO, AIUTI SENZA METTERE A RISCHIO I CONTI

“Non prevediamo nessuno scostamento di bilancio”, prosegue Draghi. “L’andamento dell’economia ci consente di aiutare famiglie e imprese senza mettere a rischio i conti pubblici e causare tensioni sui mercati”, aggiunge.

DRAGHI: TEMPI RAPIDI PER RIGASSIFICATORE PIOMBINO, È ESSENZIALE

Con il dl Aiuti ter “garantiamo tempi rapidi e certi per rigassificatore di Piombino”, che “è essenziale per questioni sicurezza nazionale e per garantire le forniture di gas”. Il riferimento è alla norma che conferma i rigassificatori quali opere strategiche, indifferibili e urgenti, e autorizzate da un Commissario, anche nel caso siano imposte prescrizioni o sopraggiungano fattori che impongano modifiche sostanziali o localizzazioni alternative.

DRAGHI: SBLOCCO 6 PARCHI EOLICI, ALTRI 14 PRIMA DI FINE

Sul fronte della diversificazione energetica “sblocchiamo ulteriori 6 parchi eolici che si aggiungono ai 45 già autorizzati. Ne restano pendenti altri 14 che contiamo di autorizzare nelle settimane che ci restano prima della fine del governo”.

DRAGHI: MAPPATURA CONCESSIONI PER VERIFICA AFFIDAMENTO

Il dl Aiuti ter prevede “la mappatura delle concessioni, che permetterà di verificare con maggiore semplicità le condizioni e le modalità con cui sono affidati i beni demaniali”.

DRAGHI: BALNEARI? CON RAGIONAMENTO GARAVAGLIA AVREMMO COMBINATO POCO

Sul decreto legislativo sulla mappatura dei balneari, “la dichiarazione del ministro della Lega parlava di disaccordo non nel merito, ma sui tempi”, perché se ne sarebbe dovuto occupare il prossimo governo.”E’ un metodo che questo governo non capisce molto, ci sono dei bisogni dei cittadini, bisogna trovare delle risposte quando sono pronte, con questo ragionamento avremmo combinato molto poco, sarebbe stato il fallimento di questo governo, che è stato creato per fare, non per stare”, spiega Draghi.

DRAGHI: C’È RALLENTAMENTO CRESCITA PIL, MA NO SINTOMI RECESSIONE

“Chiaramente c’è un rallentamento della crescita, ma credo non si possano vedere ancora i sintomi di una recessione”.

FISCO. DRAGHI: SU DELEGA UNA PARTE POLITICA NON HA MANTENUTO PAROLA

“Tra tutte le forze politiche una non ha mantenuto la parola sulla delega fiscale e non l’ha votata. Noi abbiamo fatto il possibile per mantenere le promesse, questo non mantenere la parola data non è un metodo di questo governo. C’è differenza tra mantenerla e no”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo Draghi: “C’è chi parla di nascosto con i russi e vuole togliere le sanzioni” proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento