Copasir, M5s e Pd abbandonano i lavori: “La presidenza vada all’opposizione”
20 Maggio 2021
Anniversario dell’omicidio D’Antona. Mattarella: “Era un riformatore, uomo del dialogo”
20 Maggio 2021

Decreto Sostegni bis, oggi l’esame in Consiglio dei ministri. Ecco le principali misure

ROMA – Dopo l’approvazione definitiva nella giornata di ieri del decreto Sostegni, sul tavolo del Consiglio dei ministri in programma oggi c’è il decreto Sostegni bis. La bozza del decreto contiene 77 articoli che affrontano i capitoli dei ristori e della liquidità per le imprese; c’è poi il pacchetto lavoro con gli sgravi fiscali per non licenziare e tutte le norme sulla salute e la scuola. Nell’articolato anche misure per il settore della cultura, del turismo e dell’agricoltura.

100 MILIONI PER LE ATTIVITÀ CHIUSE PER QUATTRO MESI

Per le attività economiche chiuse “fra il 1° gennaio 2021 e la data di conversione del presente decreto, per un periodo complessivo di almeno quattro mesi, nello stato di previsione del ministero dello Sviluppo economico è istituito un fondo, denominato ‘Fondo per il sostegno alle attività economiche chiuse’, con una dotazione di 100 milioni di euro per l’anno 2021”.

600 MILIONI PER STOP TARI E PROROGA TAGLIO BOLLETTE

Un fondo da 600 milioni di euro “finalizzato alla concessione da parte dei Comuni di una riduzione della Tari”. Lo prevede la bozza del decreto Sostegni bis. Viene anche prorogata fino al 31 luglio (dal 30 giugno) la riduzione dei costi delle bollette elettriche per le attività colpite dalla crisi.

ALTRI 4 MESI DI REDDITO DI EMERGENZA

Nella bozza del decreto Sostegni bis all’esame del Consiglio dei ministri sono previste anche altre quattro mensilità del reddito di emergenza, che viene quindi prorogato fino a settembre.

UN FONDO PER I COMUNI ALL’INTERNO DEI COMPRENSORI SCIISTICI

“È istituito presso il ministero del Turismo un fondo, con una dotazione di 100 milioni di euro per l’anno 2021, da assegnare alle Regioni e alle Province autonome di Trento e di Bolzano come da Allegato che segue, per essere erogato in favore delle imprese turistiche, localizzate nei Comuni ubicati all’interno di comprensori sciistici”.

150 MILIONI PER TURISMO E ALBERGHI, 50 A CITTÀ D’ARTE

Il governo stanzia 150 milioni per misure a sostegno del settore turistico e del bonus alberghi. Inoltre, nella bozza del decreto Sostegni bis si legge: “Per il rilancio della attrattività turistica delle città d’arte, è istituito nello stato di previsione del ministero del Turismo un fondo, con una dotazione di 50 milioni di euro per l’anno 2021, destinato all’erogazione di contributi in favore dei comuni classificati dall’Istat a vocazione culturale, storica, artistica e paesaggistica, nei cui territori sono ubicati siti riconosciuti dall’Unesco patrimonio mondiale dell’umanità, tenendo conto delle riduzioni di presenze turistiche nell’anno 2020 rispetto al 2019, da destinare ad iniziative di valorizzazione turistica dei centri storici e delle città d’arte”.

470 MILIONI PER LA SCUOLA, 50 PER LE PARITARIE

La bozza del decreto Sostegni bis stanzia 470 milioni per la scuola per affrontare l’emergenza: ci sono 350 milioni per le statali, 50 per le paritarie e 70 milioni per gli affitti da parte di enti locali di strutture temporanee e spazi.

450 MILIONI AI TRASPORTI, RISORSE ANCHE PER STUDENTI

Con “la graduale ripresa delle attività economiche e sociali e al fine di consentire l’erogazione di servizi aggiuntivi di trasporto pubblico locale e regionale, destinato anche a studenti, il fondo è incrementato di ulteriori 450 milioni di euro per l’anno 2021”. Lo prevede la bozza del decreto Sostegni bis. Le risorse sono destinate alla “definizione del più idoneo raccordo tra gli orari di inizio e termine delle attività didattiche e gli orari dei servizi di trasporto pubblico locale, urbano ed extraurbano”. Qualora emerga la necessità di erogare servizi aggiuntivi destinati esclusivamente agli studenti della scuola secondaria di primo o di secondo grado, le convenzioni per il trasporto “possono essere stipulate, previa intesa con la Regione o la Provincia autonoma, anche dagli uffici dirigenziali periferici del ministero dell’Istruzione relativamente agli ambiti territoriali di competenza”. Di questi 450 milioni che vanno a incrementare il fondo per il Tpl, 45 possono essere impiegati dalle aziende del trasporto “a titolo di compensazione dei maggiori costi sostenuti per l’utilizzo di prodotti per la disinfezione delle superfici toccate frequentemente dall’utenza e per l’uso di sistemi di sanificazione ovvero di disinfezione dell’ambiente interno dei mezzi di trasporto”.

100 MILIONI PER ALITALIA

Arrivano 100 milioni di euro per Alitalia (“nelle more delle valutazioni della Commissione europea sul piano”), mentre il Fondo per il sostegno alle grandi imprese per la continuità del trasporto aereo di linea di passeggeri è incrementato di 200 milioni.

CLIMA E SALUTE, 500 MILIONI PER AIUTI INTERNAZIONALI

“Per consentire la partecipazione dell’Italia alle iniziative multilaterali per il finanziamento dei beni pubblici globali in materia di salute e clima è istituito un apposito Fondo nello stato di previsione della spesa del ministero dell’Economia e delle finanze con una dotazione di 500 milioni di euro per l’anno 2021”.

CREDITO D’IMPOSTA PER SANIFICAZIONE, MASCHERINE E TEST

A imprese, terzo settore e professionisti “spetta un credito d’imposta in misura pari al 30 per cento delle spese sostenute nei mesi di giugno, luglio ed agosto 2021 per la sanificazione degli ambienti e degli strumenti utilizzati e per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale e di altri dispositivi atti a garantire la salute dei lavoratori e degli utenti, comprese le spese per la somministrazione di tamponi per Covid. Il credito d’imposta spetta fino ad un massimo di 60.000 euro per ciascun beneficiario, nel limite complessivo di 200 milioni di euro per l’anno 2021”. Lo prevede la bozza del decreto Sostegni bis

STOP CARTELLE AL 30 GIUGNO, PLASTIC TAX NEL 2022

Nella bozza del decreto Sostegni bis spiccano anche una serie di rinvii: proroga della sospensione dell’attività di riscossione al 30 giugno e slittamento al primo gennaio 2022 della plastic tax. Il credito di imposta per gli affitti commerciali si allunga al 31 luglio. Inoltre, aiuti per il settore tessile e moda. L’onere della misura è pari a 170 milioni di euro per il 2021 e 150 milioni di euro per il 2022.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo Decreto Sostegni bis, oggi l’esame in Consiglio dei ministri. Ecco le principali misure proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento