Tg Politico Parlamentare, edizione del 27 aprile 2021
27 Aprile 2021
Alla scoperta della biodiversità di Procida, la capitale della cultura aderisce a City Nature Challenge
27 Aprile 2021

Da Dante a Morandi, passando per Modigliani e Ligabue: tutte le mostre in Emilia-Romagna

BOLOGNA – Da Piacenza a Rimini, l’Emilia-Romagna si fa trovare pronta alla riapertura di musei, mostre e teatri con una vastissima proposta culturale, grandi mostre e festival a cui si può accedere in totale sicurezza. Si riparte con pittura, scultura, fotografia, disegno, arte antica e contemporanea. Parma, capitale della cultura, apre diverse mostre in contemporanea dedicate a Correggio, Modigliani, Fornasetti e Ligabue. Le opere di Ligabue sono in mostra anche a Ferrara. La mostra di Arnaldo Pomodoro è a Soliera (Modena), mentre Piacenza dedica una rassegna a Raffaello. A Reggio Emilia torna il Festival della fotografia europea, a Bologna riaprono le mostre dedicate a Corcos, Morandi, Samorì e torna Art City. Al Mic di Faenza riapre l’antologica su Alfonso Leoni, s’indaga l’arte del Trecento con le mostre celebrative di Dante nei 700 anni della sua morte a Forlì e a Ravenna. A Rimini riaprono i Palazzi dell’Arte con ‘Convivium’ a cura di Annamaria Bernucci con i lavori di Francesco Bocchini, Vittorio D’Augusta, Luca Giovagnoli, Marco Neri, Nicola Samorì, e ‘Magna Carta’ con le opere recenti di Denis Riva.

Fino al 30 maggio, a Palazzo Tarasconi di Parma la mostra ‘Ligabue e Vitaloni. Dare voce alla natura’ dedicata ad Antonio Ligabue, presenta 83 dipinti e quattro sculture dell’artista, soggetti che più hanno caratterizzato la sua parabola artistica, dagli autoritratti ai paesaggi, agli animali selvaggi e domestici. Il percorso prevede anche una sezione con 15 opere plastiche di Michele Vitaloni che condivide con Ligabue una particolare empatia verso il mondo naturale e animale. La Fondazione Magnani-Rocca di Mamiano di Traversetolo riapre il 30 aprile, con le opere di Amedeo Modigliani dal Musee de Grenoble. Si tratta di una piccola quanto preziosa esposizione in collaborazione che espone sei opere di pittore livornese. Riapre oggi aprile anche il Complesso della Pilotta con nuovi percorsi, nuovi orari e due grandi mostre: ‘L’Ottocento e il mito di Correggio’ e ‘Fornasetti Theatrum Mundi’. È di nuovo visitabile anche la Sala ‘Parma al tempo dei Farnese’ della Galleria nazionale, che ospita la collezione Farnese e l’opera del Parmigianino ‘La Schiava turca’. Fino al 31 ottobre la Madonna Sistina di Raffaello ritorna nella chiesa del monastero di San Sisto a Piacenza, il luogo per il quale fu commissionata. Raffaello ricevette l’incarico da papa Giulio II nel 1512. All’interno della chiesa è stato organizzato un percorso che introduce alla scoperta del complesso religioso a partire dal cosiddetto “appartamento dell’abate”, per la prima volta aperto al pubblico, fino alla Biblioteca monastica.

Mostre, installazioni, conferenze, incontri, workshop, proiezioni e spettacoli per la XVI Edizione del festival Fotografia europea dal 21 maggio al 4 luglio in diverse location a Reggio Emilia, sul tema ‘Sulla terra e sulla luna / fate largo ai sognatori!’. Con l’Emilia Romagna in zona gialla, riapre al pubblico la mostra dedicata ad Arnaldo Pomodoro negli spazi di Castello Campori, a Soliera. In occasione dell’esposizione, nella piazza del Castello, è stato installato l’Obelisco per Cleopatra, che resterà lì per i prossimi tre anni. Oggi riaprono mostre e musei anche a Bologna. Palazzo Fava alza il sipario sulla mostra “Sfregi”, la prima antologica italiana di Nicola Samorì con circa 80 lavori del giovane artista. “Vittorio Corcos-Ritratti e Sogni” è a Palazzo Pallavicini fino al 27 giugno 2021, con oltre 40 dipinti provenienti da collezioni pubbliche e private.

Fino al 23 maggio Mambo ospita la mostra ‘RE-COLLECTING. Morandi racconta. Tono e composizione nelle sue ultime nature morte’ con dieci lavori relativi all’ultima stagione della ricerca artistica del pittore bolognese. Art city torna a Bologna dal 7 al 9 maggio 2021 con diverse mostre e iniziative speciali: Beatrice Favaretto e Michelangelo Pistoletto a Palazzo Boncompagni, Annamaria Ajmone e Felicity Mangan al Cimitero Monumentale della Certosa, Carola Bonfili nel Rifugio antiaereo di Villa Revedin, Giorgio Andreotta Calò al LabOratorio degli Angeli, Matteo Nasini in live streaming su Radioimmaginaria, Riccardo Baruzzi al Teatro Storico di Villa Aldrovandi-Mazzacorati.

C’è tempo fino al 27 giugno per visitare a Palazzo dei Diamanti a Ferrara ‘Antonio Ligabue. Una vita d’artista’. La mostra, curata da Vittorio Sgarbi e Marzio Dall’Acqua, documenta tutta l’attività dell’artista emiliano attraverso oltre cento opere, tra dipinti, sculture e disegni, alcuni mai esposti sinora. Piccola, ma preziosa è l’esposizione dal titolo ‘Boldini. Dal disegno al dipinto’ al Castello Estense da domani fino al 6 giugno, dedicata al tema della genesi del ritratto femminile. Forlì e Ravenna celebrano i 700 anni dalla morte Dante Alighieri presentando quattro grandi mostre: i musei San Domenico di Forlì ospitano ‘Dante. La visione dell’arte’ fino all’11 luglio con 300 opere in mostra. A Ravenna, dall’8 maggio fino al 17 luglio negli spazi della Biblioteca Classense va in scena ‘Inclusa est flamma. Ravenna 1921: il Secentenario della morte di Dante. È solo la prima di tre mostre che compongono il progetto espositivo ‘Dante. Gli occhi e la mente’. Al Mic, Museo internazionale della ceramica di Faenza, oggi riapre le porte al pubblico, con un nuovo orario settimanale e prenotazione obbligatoria. Torna visitabile la mostra ‘Alfonso Leoni. (1941-1980) Genio Ribelle’ che sarà aperta fino al 10 ottobre.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo Da Dante a Morandi, passando per Modigliani e Ligabue: tutte le mostre in Emilia-Romagna proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento