Scoperto il secondo covo di Matteo Messina Denaro: è una stanza blindata
18 Gennaio 2023
Il nuovo presidente della Croce Rossa Italiana: “Un focus sulle vulnerabilità nascoste”
18 Gennaio 2023

Capodanno cinese, il 22 gennaio inizia l’anno del coniglio

ROMA – Quindici giorni di festeggiamenti per dare l’addio all’inverno e all’anno trascorso, dando il benvenuto alla stagione primaverile con la famiglia e gli amici. Il 22 gennaio si festeggia il capodanno cinese, solenne tradizione asiatica che accoglie con feste ed eventi il nuovo anno del calendario lunisolare.

IL CAPODANNO CINESE

Sebbene la Cina utilizzi ufficialmente il calendario gregoriano, il tradizionale calendario lunisolare mantiene un significato cerimoniale e così, ogni anno, in corrispondenza della seconda luna nuova dopo il solstizio d’inverno (o più raramente la terza), prende il via un nuovo ciclo annuale che, quest’anno, inizia il 22 gennaio.

Le celebrazioni si concludono con la festa delle lanterne, durante cui le famiglie escono per le vie cittadine con in mano lanterne accese e colorate per guidare gli spiriti benauguranti alle proprie case.

L’ANNO DEL CONIGLIO

Il capodanno cinese va di pari passo con lo zodiaco cinese: ogni anno è simboleggiato da un animale, per un totale di 12 segni: Topo, Bufalo, Tigre, Coniglio, Drago, Serpente, Cavallo, Capra, Scimmia, Gallo, Cane e Maiale.

Oltre agli animali, ad ogni anno lunisolare è associato anche un elemento: fuoco, acqua, terra, metallo e legno.

Il Capodanno cinese quest’anno cade il 22 gennaio e segna l’inizio dell’anno del Coniglio d’Acqua, a cui subentrerà il Drago di Legno nel 2024.

Sono nati nell’anno del coniglio: Michael Jordan, Johnny Depp, Kate Winslet, Tiger Woods, Lionel Messi, Angelina Jolie, Brad Pitt, Kendrick Lamar, Roberto Bolle, Manuel Bortuzzo, Nicolò Zaniolo.

LA LEGGENDA DELLO ZODIACO CINESE

Esistono diverse leggende sull’origine dello zodiaco cinese. La più interessante spiegherebbe anche l’astio tra gatto e topo.

Si narra che l’Imperatore di Giada, sovrano del Cielo e della terra, decise di visitare la Terra personalmente e, sorpreso delle meravigliose creature che vi abitavano, decise di portarne 12 con sé. Tuttavia, il gatto, il più bello tra tutti gli animali, chiese al topo di informarlo sul giorno dell’incontro con l’imperatore celeste. Il topo, geloso del fascino del felino, decise di tacere. Così all’appuntamento il gatto non si presentò e al suo posto venne scelto il coniglio. Ammaliato dalle creature celesti, il sovrano decise di assegnare a ciascuno un anno del calendario. Per questo motivo il gatto non risulta tra gli animali dello zodiaco cinese.
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo https://www.dire.it

continua a leggere sul sito di riferimento