In Emilia-Romagna tornano i ‘Viaggi della Memoria’: 10mila studenti in partenza. “Ma non chiamatele gite”
21 Luglio 2022
Di Maio: “Il mio M5S non sfasciava i governi. L’agenda Draghi va portata avanti”
21 Luglio 2022

Alleanza Pd-M5s in Sicilia, “primarie vanno avanti”

PALERMO – Nonostante l’esito del voto al Senato sul governo Draghi, le primarie che dovranno scegliere in candidato del fronte progressista alle Regionali in Sicilia “vanno avanti”. Lo precisa una nota del gruppo parlamentare M5s all’Ars, che chiarisce i motivi dell’annullamento del confronto previsto per domani a Catania tra i tre contendenti delle ‘presidenziali’ nell’Isola: Barbara Floridia (M5s), Caterina Chinnici (Pd) e Claudio Fava (Cento passi). L’incontro è saltato “esclusivamente” per le condizioni di salute di Floridia, positiva al Covid. Nessuna “connessione – si legge – con quanto accaduto a Roma”. 

LEGGI ANCHE: Pd-M5S, addio campo largo. Letta: “Scenario cambiato, ora pensiamo a noi”

FLORIDIA (M5S): “AVANTI CON LE PRIMARIE”

“In Sicilia le primarie vanno avanti”. Lo scrive sulla propria pagina Facebook Barbara Floridia. La sottosegretaria all’Istruzione ha saltato alcuni confronti con i competitor Claudio Fava e Caterina Chinnici per via della sua positività al Covid, ma oggi scrive: “Finalmente sto un po’ meglio, ma non mi sono ancora ripresa del tutto dagli effetti pesanti del Covid. Per questa ragione, e solo per questa ragione, abbiamo annullato gli ultimi due incontri pubblici fra Claudio, Caterina e me. Anche quelli previsti per oggi. Mi scuso con i miei alleati e li ringrazio per gli interessanti momenti di confronto che in queste tre settimane abbiamo condiviso”.

E sulle tensioni romane, Floridia precisa: “La situazione a Roma è delicata e la seguo con apprensione ma non ha influito, né influirà, sul percorso democratico che abbiamo intrapreso in Sicilia per la scelta del candidato presidente della Regione Siciliana per il campo progressista. Abbiamo costruito un percorso negli anni che ci permette di restare ancorati a un progetto comune e io sarò sempre garante e custode di questo prezioso cammino comune. Il nostro vero obiettivo è sconfiggere le destre per dare ai cittadini siciliani una sana alternativa di governo, per dare ai cittadini risposte e soluzioni, riferimenti istituzionali attenti ai loro bisogni. Il nostro obiettivo è allontanare l’isola dai fallimenti del governo di Musumeci”.

DELLA VEDOVA: “PD CONFERMA PRIMARIE CON M5S CHE HA AFFOSSATO DRAGHI”

“Come nulla fosse accaduto, in Sicilia si sta andando alle primarie del Campo largo tra Pd e M5s. Come si può rivendicare Draghi e allearsi con chi lo ha affossato danneggiando l’Italia?”. Lo scrive su Twitter il segretario di Più Europa e sottosegretario agli Affari Esteri, Benedetto Della Vedova. 

TRIZZINO (AZIONE) A PD: ASSURDO FARE PRIMARIE CON M5S

“Anacronistica, assurda e ridicola la volontà di proseguire con le primarie in Sicilia per la scelta del candidato alla Presidenza della Regione. Dopo che il partito di Conte e della Taverna ha causato pervicacemente una delle più gravi crisi di governo della storia repubblicana è incredibile che si possa ancora pensare di tenerselo come alleato. Auspico che il Partito democratico finalmente se ne renda conto ed esaurito questo passaggio delle primarie di domenica prossima, in cui personalmente auguro a Caterina Chinnici di affermarsi, riparta con nuove prospettive di alleanze”. Lo dice Giorgio Trizzino, deputato di Azione.

FARAONE AL PD: “ANNULLATE LE PRIMARIE CON M5S”

“In queste settimane abbiamo ricevuto numerosi appelli dal Pd a partecipare alle primarie siciliane che si terranno domenica prossima, voglio ringraziare il segretario Barbagallo per la cortesia dimostrata. Adesso siamo noi però a fare un appello agli amici del Pd: annullate le primarie”. Lo dice, in una nota, il presidente dei senatori di Italia Viva, Davide Faraone. “Quello che è accaduto ieri in Senato – aggiunge – è gravissimo e nei minuti in cui Draghi si reca al Quirinale per rassegnare le dimissioni appare incredibile far finta di nulla, far finta che Conte e il suo movimento non abbiano mandato per aria il governo di unità nazionale in piena emergenza economica e sociale per il Paese. Se Letta giudica folle a Roma la scelta del M5s, poi il Pd non può fare le primarie con loro in Sicilia come se nulla fosse. Chiedo al Pd – conclude Faraone – di risolvere questo disallineamento. Annullate le primarie di domenica per la scelta del candidato presidente della Regione Siciliana, sarebbe una scelta di buonsenso e buona politica”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo Alleanza Pd-M5s in Sicilia, “primarie vanno avanti” proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento