L’ultimo ciak di Terence Hill come Don Matteo: l’addio dopo oltre 20 anni
21 Settembre 2021
Lega rinnova fiducia al Governo, ma no a riforma del catasto e aumento età pensioni
21 Settembre 2021

Al via la prima edizione del Pompei Street Festival

 

Dal 24 al 26 settembre la cittadina vesuviana diventa un motore culturale: arte, cinema e musica dialogano con la città moderna

 C215, Bosoletti e M-City sono le stelle della sezione dedicata all’arte di strada Antonio Onorato, Nuova Orchestra Scarlatti Young e i Foja protagonisti dei concerti, film d’autore, documentari e cortometraggi in un concorso con il voto del pubblico

Le strade come un dinamico motore culturale, punto di incontro tra il pubblico e gli artisti: è la visione che ha convinto Nello Petrucci a ideare il Pompei Street Festival, un moderno contenitore di street art, musica e cinema, con eventi, workshop, happening, installazioni, mostre, concerti, residenze creative. La prima edizione è alle porte: si terrà per le vie della città vesuviana da venerdì 24 a domenica 26 settembre.

La moderna Pompei è pronta a farsi attraversare da un’esplosione artistica: decine di artisti di strada si daranno appuntamento alle pendici del vulcano.

Il taglio del nastro avverrà venerdì 24 alle ore 16 nella Sala Marianna De Fusco: arte, cinema e musica unite a una forte componente sociale ambientalista lanceranno un messaggio universale che va dal progetto “Pianta un albero” ai workshop cinematografici.

La Via Sacra si trasformerà ogni giorno della rassegna dalle 17 alle 21 in un museo di strada con 31 artisti provenienti dall’Italia e da tutto il mondo impegnati in operazioni di live painting. In uno spazio a parte a nasceranno i murales creati dagli ospiti speciali del festival: C215, M-City, Mr.Kas, Matlakas e Francisco Bosoletti, tra i principali esponenti della Street Art internazionale

Christian Guémy, alias C215, è riconosciuto come uno dei migliori stencil artist in circolazione, le sue opere sono state esposte accanto a quelle di Banksy, Space Invader e Obey; Francisco Bosoletti, è un autore influenzato dal barocco napoletano e dall’arte rinascimentale fiorentina; Mariusz Waras, meglio noto come M-City, è noto per la tecnica a stencil dei suoi murales che raccontano la metropoli nelle sue declinazioni.

Pompei Street Festival è una chiamata alle arti per ogni tipo di ambito dello spettacolo. Petrucci ha riunito intorno a sé una squadra composta da Alfonso Todisco, (Street Music); Andrea Valentino, (Street Cinema); Chiara Canali, (Street Art). Il loro lavoro sarà sostenuto da Civitates Pompei, un’associazione fortemente impegnata nel sociale.

La musica prenderà il via venerdì con i musicisti del segmento “New Projects” per concludersi con l’esibizione dell’Antonio Onorato Quartet arricchito da Bret Roberts, come ospite. La giornata di sabato sarà aperta da due workshop dedicati al jazz e alla musica da film e si concluderà nel Chiostro Istituto Bartolo Longo con l’esibizione della Nuova Orchestra Scarlatti Young con un programma sulla musica nel cinema. Domenica il programma di concerti si concluderà con la performance dei Foja.

Il Pompei Street Cinema Festival è anche dedicato al film d’autore con documentari e cortometraggi della cinematografia contemporanea. Durante i tre giorni della rassegna si susseguiranno workshop, Focus sul cinema dell’Impegno Civile, sulle Donne e sui Diritti della Famiglia

Infine, da segnalare il Convegno intitolato “Street Art e le nuove forme di turismo culturale” che si terrà sabato 25 nella Casa del Pellegrino – Sala De Seta: un altro momento per ribadire la sostenibilità e l’importanza dell’arte di strada.

L’articolo Al via la prima edizione del Pompei Street Festival proviene da Notiziedi.

continua a leggere sul sito di riferimento