Le prime pagine dei quotidiani di Martedì 6 Luglio 2021
6 Luglio 2021
Omofobia, Zan: “Ho i brividi se penso ad un accordo Renzi – Salvini”
6 Luglio 2021

A Roma tornano le luci sul Tempio di Adriano e apre un nuovo spazio culturale

ROMA – Quindici minuti dopo il tramonto. Ogni giorno, nell’ora più bella, chiunque passerà a piazza di Pietra scoprirà la storia del maestoso Tempio di Adriano e, con lei, la storia della Città eterna. Tornano le luci sul monumento, torna lo spettacolo promosso e voluto dalla Camera di commercio di Roma e realizzato dal maestro Paco Lanciano. Dopo lo stop del 2020 causato dalla pandemia, oggi quei colori e quelle immagini che animano le colonne diventano il simbolo della ripartenza, del ritorno alla normalità, seppur ancora parziale. “Un valore simbolico enorme- ha esordito il presidente della Camera di commercio, Lorenzo Tagliavanti- Abbiamo vissuto momenti difficili, ma adesso c’è uno spirito di ripartenza. C’è uno spirito di riconquista degli spazi che la pandemia ci ha tolto”.

E non solo, perché nella convinzione di Tagliavanti che “bisogna dare qualcosa in più di prima”, dal 6 luglio l’ente camerale capitolino aprirà un nuovo spazio culturale all’interno del Tempio: “Nella Sala delle grida è previsto uno spazio dove sarà possibile rileggere la millenaria storia di Roma usando tecnologie fantastiche curate da Paco Lanciano. Lo facciamo in omaggio a Roma e anche per sdebitarci del privilegio di vivere a Roma e lavorare in un palazzo così bello che merita di essere valorizzato. A Roma ci sono tante pietre, ognuna ha qualcosa da raccontare, ma se nessuno fa domande alle pietre, nessuno conoscerà la città. Luci sul Tempio raccontano la storia di questo edificio e di Adriano senza usare le parole, ma solo luci e immagini. Ogni giorno passano migliaia di persone da centinaia di posti diversi e devono comprendere quello che vedono anche senza capire l’italiano”.

Prima dello spettacolo che ieri sera ha illuminato il Tempio, il Coro del Teatro dell’Opera di Roma si è esibito davanti alla platea. In prima fila anche la sindaca di Roma, Virginia Raggi. Presenti anche il dem Roberto Morassut, l’assessora alla Crescita culturale Lorenza Fruci, la consigliera dem della Regione Lazio, Marta Leonori, il vicepresidente dell’VIII Municipio, Leslie Capone, il presidente e il segretario della Cna di Roma, rispettivamente Michelangelo Melchionno e Stefano Di Niola, e il sovrintendente dell’Opera Carlo Fuortes.

IN PIAZZA DI PIETRA APPLAUSO ‘ITALO-SPAGNOLO’: ERA ANCHE NOSTRA RAFFAELLA

Un applauso ‘italo-spagnolo’ in onore della grande Raffaella Carrà si è levato a Roma da piazza di Pietra, dove il Tempio di Adriano è tornato a illuminarsi con i colori e le immagini che ne raccontano la storia firmate da Paco Lanciano. Una inaugurazione carica di emozione per il ritorno alla normalità su cui però è calato un velo di tristezza per la morte della showgirl più famosa d’Italia. A ricordarla è stato l’ambasciatore spagnolo in Italia, Alfonso Maria Dastis Quecedo, presente insieme, tra le altre personalità politiche e culturali, alla sindaca di Roma, Virginia Raggi, e al presidente della Camera di commercio capitolina, Lorenzo Tagliavanti. “È venuto a mancare un altro simbolo del legame tra Italia e Spagna- ha detto l’ambasciatore- Noi la consideriamo anche la nostra Raffaella”. A lei è andato l’applauso dei presenti.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo A Roma tornano le luci sul Tempio di Adriano e apre un nuovo spazio culturale proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento