Biodiversità, a Pollica nasce il nuovo campus del Future Food Institute
22 Maggio 2021
Covid, gli infermieri potranno vaccinare i fragili a domicilio
22 Maggio 2021

A Bologna le Sardine con Lepore. Santori: “C’è connessione”

BOLOGNA – Mattia Santori già da tempo ha esplicitato il proprio sostegno per Matteo Lepore (Pd) in vista delle primarie del centrosinistra di Bologna. Ma è una posizione condivisa anche dal resto delle Sardine? “Sì- risponde Santori- ne abbiamo parlato e abbiamo un contatto con Lepore che è iniziato ben prima della campagna elettorale. Noi di solito usiamo decidere prima di aspettare le promesse in campagna elettorale, quindi c’è una connessione”. Aggiunge Santori, oggi in piazza Maggiore per la vendita delle piantine a sostegno dei circoli Arci: “Avremmo forse preferito che si arrivasse alle primarie in una maniera un po’ più coordinata e ordinata, è andata così e comunque bene che si sia usciti dai palazzi perché non se ne poteva più, almeno oggi è chiaro a tutti chi sta con chi e cosa pensano le persone protagoniste del dibattito”.

LEGGI ANCHE: Bologna, Casini piccona Lepore e Conti: “Strabismo di sinistra”

Le primarie “se non altro hanno il grande vantaggio di far uscire dai palazzi tutte quelle discussioni che la gente fa fatica a percepire”, sottolinea Santori. E Isabella Conti? Verso di lei “il nostro atteggiamento è quello che abbiamo con tutti i politici: non abbiamo taciuto quando si è venduta un civismo che non aveva, perché era in quel momento dirigente di partito- afferma Santori- e abbiamo applaudito e in qualche modo gradito la sua coerenza quando ha lasciato gli incarichi in Italia viva. Io spero che sia un’operazione che porti Conti più ad avvicinarsi al centrosinistra che a spezzarlo in due, questa è una speranza personale da cittadino ed elettore”. 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo A Bologna le Sardine con Lepore. Santori: “C’è connessione” proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento