Otorinolaringoiatri stranieri a ‘lezione’
23 febbraio 2018
A Napoli workshop su Cultura, innovazione e servizi
27 febbraio 2018

Alessandro Chetta espone all’hotel Mediterraneo

‘Eutopia, Road to Nowhere’ con sette produzioni e un’opera ad hoc intitolata ‘Itaca’ dedicata ai migranti

NAPOLI – Al Renaissance Naples Hotel Mediterraneo l’esposizione di Alessandro Chetta intitolata ‘Eutopia, Road to Nowhere’ (ingresso gratuito – dall’1 al 18 marzo) con sette produzioni e un’opera ad hoc intitolata ‘Itaca’ dedicata ai migranti, e in particolare alle donne che affrontano il terribile viaggio in mare per toccare la sponda europea. Stavolta è Penelope e non Ulisse ad affrontare i mostri del mare nostrum, col lucido sogno di riapprodare in una casa nuova.

L’inaugurazione giovedì 1 marzo alle ore 18 alla presenza dell’artista.

Il concept di Eutopia parte dalla mappa-madre dove Chetta accosta città e monumenti d’arte o di natura. Da qui il nome: eu, buono, unito a u-topia, il luogo che non c’è. E quindi c’è la Tour Eiffel che guarda il mare. Alla Striscia di Gaza ci si arriva attraversando Copacabana e il Ponte di Brooklyn. Il Vesuvio non dista molto dai vulcani d’Islanda. Le Piramidi confinano con le Ramblas. Il Cristo di Rio benedice la metro di Berlino.

Ancora una volta l’hotel si conferma luogo insolito e aperto alla città, spazio accogliente che ospita mostre site-specific dedicate a temi di interesse sociale. Eutopia – Road to Nowhere di Alessandro Chetta, gode del patrocinio morale del Comune di Napoli e del Sindacato Unitario dei Giornalisti della Campania e rientra nelle iniziative della rassegna Marzo Donna 2018: Lazzare Felici.