Milano, 17 nov. (askanews) – Dopo il ponte di Ognissanti che ha visto oltre 10,5 milioni di italiani mettersi in viaggio, per le festività natalizie in arrivo sono già evidenti i primi segnali sul fronte turistico. In particolare per il comparto degli affitti brevi in ville e dimore di pregio il trend è in linea col 2021 nonostante crisi e inflazione, anche s ec’è prudenza tra i turisti. Dopo un’estate in cui è sono raddoppiate le prenotazioni totali di ville e casali di pregio sul 2021, occorre prepararsi a una fase caratterizzata dai last minute, con soggiorni brevi e ricerca di maggiore flessibilità. A dirlo l’Osservatorio di Emma Villas, azienda leader italiana nel settore del vacation rental (affitti brevi di ville e tenute di pregio con piscina privata), sulle tendenze dei vacanzieri in vista delle imminenti festività natalizie.

Ma chi sta scegliendo questa soluzione per trascorrere il Natale o il Capodanno? Il dato conferma la grande prevalenza degli italiani rispetto ai turisti stranieri, un fenomeno registrato già negli ultimi anni (per questo periodo dell’anno almeno un 80% delle prenotazioni proviene proprio dall’Italia). Stando ai primi numeri, quattro turisti su cinque sono italiani (38% residenti al Nord, 50% al Centro, 12% al Sud). Provengono soprattutto dal Lazio (in primis i romani per la loro voglia di evadere dalla città) e dalla Lombardia, con in testa i milanesi.

Nella classifica delle regioni più scelte per trascorrere gli ultimi giorni dell’anno, al primo posto c’è la Toscana, seguita da Umbria e Liguria. Gli abitanti del Bel Paese che stanno facendo questa scelta puntano su dimore di pregio per stare in famiglia, all’insegna del relax, anche se non mancano all’appello le coppie o i giovani.

A scegliere questa soluzione sono principalmente famiglie numerose, gruppi di amici o coppie. Dai dati dell’Osservatorio Emma Villas emerge che la media degli ospiti per ogni soggiorno è di 12 persone, per una permanenza media di 5 giorni. Il costo medio nazionale per l’affitto di una villa o tenuta di pregio nelle prossime festività si aggirerà sui 3.400 euro a prenotazione. Costo che diventa più accessibile quando suddiviso tra più ospiti con budget tra i 250 e i 500 euro a persona per prenotazione.

Se la crisi internazionale e i rincari sembrano da un lato non frenare del tutto i turisti e la loro voglia di viaggiare, dall’altro stanno spingendo sempre più proprietari di questo genere di dimore a mettere in affitto le loro proprietà, anche per brevi periodi. Emma Villas, infatti, ha registrato un incremento del +10% di ville e casali di pregio entrate nel proprio portfolio. “La villa sta diventando sempre di più la destinazione e il luogo ideale dove costruire ricordi unici, come quelli legati alle festività del Natale o Capodanno – spiega Giammarco Bisogno, fondatore e ceo di Emma Villas – Si tratta di strutture con standard qualitativi alti: campi da tennis, aree benessere, sale hobby, a disposizione esclusiva del gruppo di ospiti e che consentono di accogliere famiglie o piccoli gruppi nella massima sicurezza e privacy. Ecco perché queste tipologie di residenze sono sempre più scelte come luogo dove trascorrere le vacanze. Un trend positivo che abbiamo già registrato quest’estate, malgrado le preoccupazioni dovute ai rincari”.