Autonomia, Majorino: Calderoli fa cosa orrenda, regionalizza la scuola
21 Gennaio 2023
Stretta sul fumo, Schillaci: in linea con piano Ue contro il cancro
21 Gennaio 2023

Ultimo re degli stadi, arriva in gara a Sanremo con Alba

“Sono un grande sognatore, ho le vertigini a pensare al futuro”

Milano, 21 gen. (askanews) – Idolo delle folle, ma estremamente schivo, sincero e soprattutto capace di parlare al cuore delle persone. Ultimo esce con il nuovo progetto discografico “Alba”, il secondo prodotto dalla sua etichetta Ultimo Records. Un album pensato e rivolto anche ai live la dimensione che più si addice a Ultimo. “Io faccio tutto per i live, ma anche se riempi gli stadi a 26 anni è fondamentale non dimenticarsi quanto è importante mettersi in gioco” spiega Ultimo. Ed è proprio da questa consapevolezza che nasce l’idea e la voglia di partecipare alla 73ª edizione del Festival di Sanremo proprio con il singolo “Alba”. “Voglio lasciare un ricordo diverso a livello artistico, un brano che rappresenta la mia evoluzione, a 26 anni devo scrivere la mia storia non posso permettermi di aspettare, ho voglia di fare, ho il fuoco dentro. Partecipare a Sanremo è stata una scelta instintiva di pancia, non un progetto pensato” aggiunge.

“Alba” è il frutto di un anno di viaggi del cantautore romano, e ciò ha contribuito alla nascita di brani come “Vieni nel mio cuore” scritta a Los Angeles, quelli composti durante la sua permanenza a Londra come “Ti va di stare bene”, e “Alba”. “Io forse ho un approccio un po’ vecchio, ho sempre parlato attraverso le mie canzoni, perchè spesso a parole non riesco a dire quello che invece esprimo nelle canzoni. Le canzoni sono delle immagini rubate dentro, un dettaglio tra immagini sfuocate che riesci a cogliere e mettere i musica”.

“Alba” è rinascita, è guardarsi dentro e voler ricominciare, è un nuovo inizio a cui ognuno ha il diritto di poter ambire: “tutti abbiamo un’alba dentro, basta solo guardare”. “Se sono schivo è una questione di carattere, mia madre mi ha sempre detto che sono un orso. Non è che non parlo perchè non mi va o perchè c’è un piano. Comunque mi sorprende il fatto che a sette anni dal mio debutto continuo ad avere una grande risposta del pubblico” spiega l’artista.

Quella di “Alba” è una nuova luce che rappresenta simbolicamente uno squarcio nelle atmosfere ben più cupe di “Solo” (certificato triplo disco di platino), il quarto album di Ultimo, uscito a ottobre 2021, nel mezzo della pandemia, in un momento in cui tutti si sentivano soli. Alba è un lavoro ricercato e consapevole, che testimonia la crescita artistica di Ultimo che all’attivo ha già 55 dischi di platino e 18 dischi d’oro. “Ho le vertigini a pensare al mio futuro, come diceva Jovanotti: Non è paura di cadere ma voglia di volare”.

Il tour Ultimo Stadi 2023 “La Favola Continua…”, prodotto da Vivo Concerti e per il quale sono già stati venduti oltre 250.000 biglietti, partirà dallo Stadio Teghil di Lignano Sabbiadoro il 1° luglio (data zero), proseguirà allo Stadio Olimpico di Roma il 7 (sold out), 8 (sold out) e 10 e si concluderà allo Stadio San Siro di Milano, il 17 e 18 luglio. “Per me è una scommessa, ho sempre avuto la sensazione da quando ero piccolo che avrei fatto questo lavoro e sono sempre stato un grande sognatore, sentivo che sarei riuscito a fare qualcosa in grande, ma non mi sarei aspettato una risposta così imponente” ha concluso Ultimo.

continua a leggere sul sito di riferimento