Milano, 17 nov. (askanews) – Sono il cuneese Barolo Riserva Falletto Vigna Le Rocche 2016 di Bruno Giacosa di Neive (Miglior rosso), il goriziano Dut’Un Venezia Giulia Bianco 2019 di Vie di Romans di Mariano del Friuli (Miglior bianco), il pisano Sì Costa Toscana Rosato 2021 di Duemani di Riparbella (Miglior Rosato), il Trento Brut di Riserva del Fondatore 976 2011 di Letrari di Rovereto (Miglior spumante), e il bolzanino Le Petit 2018 prodotto da Manincor di Caldaro (Miglior Vino Dolce o da meditazione) i vini che si sono aggiudicati i punteggi più alti della “Guida Oro – I Vini di Veronelli 2023”, che sarà presentata domani al Castello di Masino di Caravino, nel Torinese.

Lo ha anticipato il Seminario Veronelli, l’associazione senza scopo di lucro che redige e pubblica il volume che ha valutato i
16.625 vini dei 2.104 produttori italiani recensiti. Le etichette insignite dalle “Tre stelle Oro” sono 436 e hanno conseguito una valutazione di almeno 94/100 da parte dei Curatori Andrea Alpi, Gigi Brozzoni, Marco Magnoli e Alessandra Piubello.