Bergamo, 23 nov. (askanews) – Serve “un vero processo di semplificazione, dobbiamo cambiare il modo di legiferare”. Così all’Assemblea dell’Anci a Bergamo il residente della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga.
“Nella discussione sul Pnrr più volte gli enti locali hanno sottolineato i possibili rischi legati ad una mancanza di una programmazione, gli enti locali non sono stati coinvolti abbastanza e a questo si sono aggiunte le tensioni dei mercati e l’aumento dei prezzi delle materie prime” ha proseguit Fedriga. “Fare riprogrammazioni non vuol dire stravolgimento del Pnrr, non vuol dire criticare il piano fatto fino ad oggi ma bisogna avere l’umiltà per fare le correzioni necessario per far si che queste opera possano essere realizzate”, ha aggiunto, annunciando poi che “come Conferenza delle Regioni stiamo collaborando con l’Anci”. “Ma questo – ha specificato – non è sufficiente se non c’è un raccordo con il governo centrale, è stato sbagliato avere superato i territori in un primo momento, tutti ci dobbiamo mettere in discussione e fare sistema”.

Fdm