Roma, 24 gen. (askanews) – C’è anche un pizzico di Italia in
corsa per gli Oscar 2023 la cui cerimonia è in programma il
prossimo 12 marzo e sarà condotta per la terza volta dal
presentatore Jimmy Kimmel nella storica location del Dolby
Theatre di Los Angeles. Si tratta del cortometraggio Le Pupille
di Alice Rohrwacher che ha ottenuto una nomination e di Aldo
Signoretti per il trucco e l’hair styling di Elvis.

Tra i film con più candidature spicca Everything Everywhere All
at Once, che guida il gruppo con 11 nomination, seguito da Niente
di nuovo sul fronte occidentale e Gli spiriti dell’isola,
entrambi a quota nove. Sette invece le nomination ricevute da The
Fabelmans, l’ultimo film di Steven Spielberg, che c’entra quasi
tutte le categorie principali: miglior film, miglior regia,
miglior sceneggiatura originale, migliore attrice protagonista,
migliore attore non protagonista, migliore scenografia e migliore
colonna sonora originale.

Top Gun Maverick, il film con Tom Cruise (snobbato come la Swift
nella corsa agli oscar come miglior attore), ottiene anche altre
nomination per Oscar “tecnici”. Angela Bassett fa la storia
ottenendo la prima nomination per un attore/attrice dell’Universo
cinematografico Marvel. Prima nomination agli Oscar per Rihanna
con la canzone Lift Me Up di Black Panther: Wakanda Forever che
dovrà vedersela con la già premiata Naatu Naatu di RRR e con Lady
Gaga di Hold My Hand per Top Gun: Maverick. Non c’è nemmeno una
donna tra i cinque candidati agli Oscar per la migliore regia.

Successo per A24, società nata sulla Roma-Teramo, lo studio
indipendente che sta stravolgendo le regole di Hollywood, A24, è
stato tenuto a battesimo in Italia. Si tratta dello studio che ha
lanciato nel mondo il successo del pluricandidato agli Oscar
Everything Everywhere All at Once. A24 prende il nome
dall’autostrada Roma-Teramo su cui il cofondatore Daniel Katz
decise di lanciarsi nella nuova impresa cinematografica.

Il decano dei compositori di Hollywood, John Williams, ha
conquistato la sua 53esima nomination agli Oscar diventando la
persona vivente più candidata agli Academy Awards. La nuova
candidatura è per il suo lavoro in The Fabelmans di Steven
Spielberg.

Le Pupille è un piccolo gioiello presentato al festival di Cannes
e poi da dicembre in programmazione su Disney+. Questo piccolo
film è una favola ispirata da una lettera che la scrittrice Elsa
Morante inviò al suo amico Goffredo Fofi e racconta una giornata
molto speciale nella vita di alcune giovani donne nell’Italia
fascista. “Un film sui desideri puri e su quelli interessati –
scrive Alice Rohrwacher – sulla libertà e sulla devozione,
sull’anarchia che all’interno del rigido collegio può fiorire
nella mente di ognuno. Le bambine obbedienti non possono
muoversi, ma le loro pupille possono ballare la danza scatenata
della libertà”. Le Pupille comprende Alba Rohrwacher, Valeria
Bruni Tedeschi, Melissa Falasconi, Carmen Pommella, Greta
Zuccheri Montanari, Luciano Vergaro detto `Catirre` e Tatiana
Lepore.

Adx