Milano, 18 nov. (askanews) – Sono 42 i Comuni della Provincia di Bergamo inseriti dalla Regione Lombardia nella nuova Area Interna ‘Valle Seriana e Valle di Scalve’, con l’obiettivo di mettere in campo nuove risorse e attivare una strategia di rilancio del territorio di concerto con gli enti locali. Il presidente della Regione, Attilio Fontana, insieme, tra gli altri, agli assessori regionali Massimo Sertori (Enti locali, Montagna e Piccoli Comuni), Claudia Maria Terzi (Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile) e Lara Magoni (Turismo, Marketing territoriale e Moda) è in visita oggi in Valle Seriana e Valle di Scalve per la tappa conclusiva del tour dedicato alle Aree Interne.

“Regione Lombardia – ha evidenziato il presidente Fontana – negli anni ha sempre riservato grande attenzione alle necessità di queste valli: lo dimostrano le ingenti risorse messe in campo, penso al Piano Lombardia, ma non solo. Ora con la strategia del controesodo abbiamo l’opportunità di convogliare sul territorio nuovi fondi e proseguire il percorso di valorizzazione della montagna. Regione mette in pratica una logica coerentemente autonomistica, ascoltando gli stakeholder e definendo le priorità insieme ai rappresentanti territoriali. L’obiettivo è offrire a tutti i lombardi le medesime possibilità di sviluppo e intrapresa. La Lombardia come ‘smartland’ interconnessa: in questo senso registriamo con piacere che con la nuova governance di open fiber c’è stata una accelerazione sul tema della banda ultralarga per recuperare i ritardi accumulati”.

Regione Lombardia negli ultimi anni ha stanziato oltre 67 milioni di euro per la Valle Seriana e la Valle di Scalve. Tra questi, oltre 21 milioni di euro derivano dal Piano Lombardia, il programma di investimenti in opere pubbliche voluto dal presidente Fontana. Poi 6 milioni di euro attraverso i progetti ‘Arest’, 2,1 milioni con la ‘Legge 4’, 1,3 milioni con il ‘Fondo regionale Valli Prealpine’, 2,1 milioni per la Ciclovia Valgandino, 3,5 milioni per il nuovo ponte nel Comune di Ponte Nossa, oltre ai contributi per gli interventi di difesa del suolo, per il sostegno ai comprensori sciistici e per la valorizzazione del patrimonio minerario.

La giornata si è aperta ad Alzano Lombardo, dove la delegazione ha visitato il Monastero della Visitazione. A seguire a Clusone, capoluogo dell’alta Valle Seriana, due visite: al Centro di atletica leggera comprensoriale della Comunità Montana della Valle Seriana, e al cantiere della caserma della compagnia e della stazione di Carabinieri di Clusone, importante intervento della Comunità Montana per il quale Regione Lombardia ha stanziato 1,3 milioni di euro su un totale di 2,6 milioni.